Notizie attuali - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Menu
Menu
Vai ai contenuti

VIRTUS-MENS SANA: UN DERBY CHE NON PUO' ACCONTENTARE NESSUNO

Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese
Pubblicato da in Opinioni · 21 Novembre 2022
Tags: CGold
In un altro mondo, non quello del basket, avremmo potuto dire: 1 ad 1 e palla al centro, un tempo a testa e tutto da rifare. Forse anche in questo mondo la partita fra Mens Sana e Virtus avrebbe meritato di finire alla pari. Ma così non può essere perché porteremmo avanti il mondo delle teorie assurde.
Ma di cose assurde o difficilmente spiegabili nel derby fra Virtus e Mens Sana ne abbiamo viste: una Mens Sana incontenibile, dominante, superiore senza mezzi termini, nel primo tempo; una Virtus determinata, ispirata, inorgoglita e fiduciosa poi nell’esito finale nel secondo tempo.

Un +25 dei bianco-verdi nei primi 21’ e poi un breack di 34-8 dei rosso-blu nei 14’ seguenti.  
Solo 21 punti fatti dai virtussini nei primi due quarti ; poi copiati dai mensanini che ne fanno 22 negli altri due quarti.

Tutto quello che non funzionava poi comincia a funzionare e viceversa. Tutto cambia e s’inverte tanto radicalmente che sinceramente, per quanto visto sul campo,  trova più spiegazioni psicologiche che tecnico-tattiche.  
Difficile nel basket ritrovare situazioni simili.

Forse è la logica conclusione di un derby che non vedevamo da 57 anni. Di logico forse può esserci solo questo.  
Comunque alla rarità di quello che abbiamo visto possiamo tentare di dare delle spiegazioni e queste non sono certo piacevoli, per nessuna delle due squadre.

La Virtus con questa vittoria chiude la striscia di tre sconfitte consecutive ma non riusciamo a vedere in questa vittoria la risoluzione dei problemi Virtus mostrati recentemente. Una vittoria che non ci fa pensare ad una Virtus ritrovata, pronta a battagliare con le prime della classe. Già alla prossima, a Spezia, sarà molto dura e difficile.

La Mens Sana ha capito forse di avere un organico migliore del dichiarato (ma non pensato), che le altre della C Gold non sono anni luce lontane, ma …. ma …. deve darci e darsi una risposta al perché in campo ci troviamo, anche nel corso di una stessa partita, due squadre diverse, giocatori che hanno atteggiamenti diversi, che si perdono e non si ritrovano, che si svegliano dal nulla; la continuità la troviamo nella consapevolezza delle proprie forze e questa si forma sul campo nel provato e riprovato e mai improvvisato.  



Torna ai contenuti