Do you remember ... Arvid Kramer ? - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Vai ai contenuti

Menu principale:

Do you remember ... Arvid Kramer ?

Siena, giugno 2015
Fonte: Basketsiena.it | Stefano Fini

Bookmark and Share

Arvid Kramer un centro di 2 metri e 6 centimetri che ha saputo far parlare di se il mondo del basket, dalla fine degli anni '70 ad oggi, in diversi modi.
L'America lo ricorda non tanto per i suoi trascorsi poco appariscenti nella Nba con i Denver Nuggets ed i Miami Heat, quanto come allenatore e dirigente responsabile del programma dei Mavs a seguito del quale i suoi giovani hanno fornito performance interessanti ed ottenuto risultati di primo livello.
L'Italia lo ricorda non tanto per quella stagione non certo trascendentale trascorsa a Siena con la 3A Antonini Mens Sana nel 1980/81 quanto per quella vittoria memorabile riportata con la maglia dei senesi sul parquet, all' epoca inviolato ed inviolabile, della grande Virtus Bologna targata Sinudyne con i vari Caglieris, Villalta, Mc Millen, Generali ecc.
Quella partita la vinse Kramer, con i suoi 31 punti tirando con il 68,7% da due (13/19) mentre "la batteria da 90" dei lunghi virtussini non seppero tirare meglio del 46% perche Arvid si fece valere anche in difesa con stoppate rimbalzi e recuperi. Super Kramer! Impossibile ... ma vero!
Vero e nemmeno tanto impossibile perchè una volta lasciata Siena Arvid andò a fare 56 punti in Francia nel Lione per poi entrare nella "Leggenda del basket tedesco" dove resta per 9 anni.
Kramer ha giocato principalmente con la Telekom Baskets per 8 anni, ed è stato anche direttore generale 1996-2004.
La Germania del basket lo ricorda anche oggi per quei trascorsi dato che Arvid Kramer è stato scelto dai tifosi diTelekom Baskets, team professionistico tedesco al top, come uno dei primi 20 giocatori - "The Legends" - degli ultimi 20 anni.
Quando la squadra ha festeggiato il suo 20 ° anniversario tra le grandi della serie A (la celebrazione comprendeva una "Game of the Legends" (lo Spiel der Legenden) il primo ad essere chiamato è stato Arvid Kramer.

                 Locandina della celebrazione con l'immagine di Kramer                                                                       Arvid Kramer con la vecchia maglia della squadra
           
Il giorno della celebrazione, quando Arvid è stato chiamato ed è sceso sul parquet, ha sorpreso tutti gli sportivi, tutto il folto pubblico, indossando la canotta della squadra originale di 20 anni fa.

Vi erano già stati dei precedenti del genere dato che durante un viaggio di vacanza nel mese di dicembre 2014, Arvid era stato onorato dalla sua ex squadra, in una partita in casa di fronte a 6500 tifosi (che chiaramente non lo avevano dimenticato). Un applauso senza fine per Arvid! Nella circostanza fu accompagnato sul parquet da suo figlio Sam Kramer, dalla nuora Meredith Kramer e dal socio JoAnne Berg.  Vi era anche il figlio Dennis Kramer, che gioca in Gemania per una squadra rivale (il TBB Trier) ... ma il giovane Dennis preferì non scendere in campo.

                          Il ritratto di Arvid Kramer  mostrato dalla tifoseria                     Lo sponsor della squadra, Deutsche Telekom (che poossiede anche T-Mobile),
                                                                                                                                 commissariò questi maxi-manifesti installati nella città di Bonn .    


Le foto qui raccolte testimoniano questo grande amore e questo filling fra il giocatore ed il pubblico tedesco ... filling mai creatosi a Siena ... Perche?

All' epoca, dalle pietre alle crete senesi, il centro del Minnesota fece discutere critici, sportivi e tifoseria per le sue prestazioni troppe volte contradditorie ed enigmatiche. Su "La Nazione" venne scritto: "Kramer vero oggetto misterioso dell' Antonini. Mette in mostra accanto a movimenti e soluzioni tecniche indefinibili e qualche volta sfioranti il ridicolo autentici pezzi di bravura ... quando la critica nei suoi confronti è arrivata al massimo ha sfoderato il miracolo di San Gennaro a Bologna."
A distanza di anni e con la serenità dei giudizi che solo il tempo riesce a dare possiamo dire che per Arvid Kramer la vita a Siena non è stata delle più facili nonostante le cure, le attenzioni, l'ambiente familiare  creato dal Nucci e dagli amici dello Snack. Kramer aveva il pesante fardello di essere l'erede ed in parte anche l' usurpatore del trono di superBucci. Poco importa se ricopriva un ruolo diverso, lui centro e "Giorgino" guardia,  per il baskettaro senese Arvid è arrivato come quello che ha sostituito Bucci .... con tutto il peso che questo ha comportato.

 
 
 

FOTO: Arvid Kramer in una foto del 2014 - Oggi coach dei Mavs

 
Torna ai contenuti | Torna al menu