1980 - CONTRO L'ANTONINI UN REGOLAMENTO SCEMO

La squadra dell'Hapoel Tel Aviv La Coppa Korac ha già espresso le semifinaliste senza eccessive sorprese, Gabetti Cantù ed Emerson Varese per l’Italia; resta fuori, per una beffa della sfortuna (e del regolamento) l’Antonini Siena.
Tutti a pari, nel girone dei toscani, perché Bucci perde la palla della clamorosa vittoria in casa dell’Hapoel Tel Aviv a pochi secondi dalla fine.
Sconfitti di un punto, i toscani devono inchinarsi al crudele quoziente-canestri: hanno una differenza positiva nei confronti di tutte le squadre affrontate (israeliani compresi), ma non hanno saputo maramaldeggiare in casa, come invece ha fatto l’Hapoel, che passa così il turno.
Le eliminazioni di Sinudyne Bologna ed Antonini Siena, quest’ultima (come già detto) a seguito di un regolamento che definirei “scemo”, pesano sul bilancio europeo delle squadre italiane.


estratto Estratto dall’articolo di Guido Ercole su “Superbasket” del 28 marzo 1980