Sherron Mills un extraterreste transitato da Siena - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Vai ai contenuti

Menu principale:

Sherron Mills un extraterreste transitato da Siena

RICORDI > Mix Ricordi > Storie da leggere in biancoverde

Siena 17 gennaio 2006  -  Posted in : Storie da leggere in biancoverde | Fonte: Stefano Fini inserito negli Archivio di Basketsiena it

 

Il dubbio venne subito: “Ma Sherron Mills è questo?”
Sherron Mills era arrivato a Siena nell’estate del 1995 per sostituire Dallas Comegys che senza molti ripensamenti lasciava Siena e l’Italia, che lo avevano reso uno dei centri più ambiti nel vecchio continente, per i soldi della “Mezza luna”, nel Fenerbahce in Turchia ad Istanbul.
Sherron Mills aveva caratteristiche fisiche e tecniche simili a quelle di Comegys: volava sopra il ferro, in verticale; toccava il ferro con l’avambraccio; si alzava come i dischi Ufo della fantascienza. Questo ultimo paragone non è casuale, fu naturale dopo averlo visto dal vivo. Anche il suo volto ci ricordava quella di E.T. nel film di fantascienza del 1982 di Steven Spielberg.
Ma di extra-terrestre aveva poco in quelle prime apparizioni estive di preseason e di campionato. Di fatto, non era in grado di stare in campo. Sembrava che tutte le sue qualità fossero frutto di fantasie cestistiche. Durante un torneo di precampionato, dopo un’ennesima pallonata in faccia su un perfetto scarico di un compagno, fu pesantemente contestato dai tifosi. Poi le prime partite di campionato: 6 punti fatti contro Varese, 4 contro Roma, inguardabile, evanescente, contro la Virtus  Bologna. Don Cesare (coach Cesare Pancotto) parlava già di taglio.  
“Ma Sherron Mills è questo?”
Fuori campo “She” o “Syxx” oppure Mr.”Quaranta” come lo chiamavano dalle sue parti, era di poche parole, di carattere introverso, silenzioso e schivo. Estremamente gentile, questo sì! Una “pasta di ragazzo”, educatissimo ma quello Sherron  Mills non poteva essere la leggenda dell'Eastern Shore, come era identificato nel mondo del basket.
Nel 1989 il suo compagno di squadra (VCU Rams 1987-90) Lionel Bacon aveva detto di lui: “Oltre ad essere un grande giocatore “Syxx” (Sherron Mills) ha un grande senso dell'umorismo, ha le parole giuste al momento giusto per farti sorridere anche nei momenti più difficili …”
A Siena era arrivata un’altra persona, un extraterrestre. Era l’incognita X, di quella CX, sponsor della Mens Sana di quell’anno, uno sponsor "cometa" altrettanto misterioso e sconosciuto.
Poi la Mens Sana giocò a Milano. Probabilmente l'ultima chiamata per Sherron. Siena parte bene e Mills mette due canestri dal post basso sinistro. Milano reagisce. Matteo Anchisi, dieci decimi di visione cestistica, manda per aria una palla verso il lato debole. Dal nulla appare Mills che sale non meno di 40 centimetri sopra il ferro e mette una schiacciata da far scappare gli uccelli dagli alberi. Era cambiata la musica e soprattutto ….  Era arrivato sul nostro pianeta Sherron Mills.

L’ala-forte uscita da Virginia Commonwealth cambiò i connotati alla propria esperienza senese, divenne il migliore rimbalzista del campionato (352 rimbalzi), imbellì il gioco della Mens Sana di quella stagione chiusa senza problemi di classifica per la squadra di Pancotto; fece 538 punti, 43 stoppate e quasi il doppio di schiacciate.
Nell’estate successiva, anche per lui come lo fu per Comegys, suonarono le sirene della lega turca alle quali non puoi dire di no: si accasò al Galatasaray, poi in Spagna a Manresa ed all’ambizioso Tau.
“She” fu l'apripista per la liberalizzazione dei Bosman-B quando il Tau volle tesserarlo da europeo sfruttando il suo passaporto turco. Ci furono delle difficoltà. Mills fece causa e vinse.
Era il 2000; l'anno dopo il Tau arrivò a giocarsi l'Eurolega ...  Sherron Mills però non c’era. L’astronave di “Ufo Syxx” era atterrata in estate traumaticamente a seguito di un grave infortunio: la frattura di tibia e perone. Beffa doppia se pensiamo che l’infortunio non avvenne giocando una partita di campionato ma una partitella, fra amici, in vacanza. Carriera terminata.

Arriviamo ad oggi, a poche settimane fa, quando viene pubblica la notizia delle condizioni di salute di Sherron Mills: colpito dalla SLA.
L'ex giocatore della Mens Sana Siena e del Baskonia Vitoria pochi giorni dopo muore all'età di 44 anni. La leggenda dell'Eastern Shore, come era soprannominato dalle sue parti, era ricoverato in un ospedale di Baltimora affetto dalla Sclerosi Laterale Amiotrofica, comunemente conosciuta come SLA o "morbo di Lou Gehrig.
“Syxx”, figlio di Oliver e Doris Mills, lascia la moglie Shondra, la figlia Sherriah, il figlio Christopher Johnson. Prima di essere ammalato, era camionista per la Perdue Farms.


Ricordi mensanini
dal 1953 ad oggi

Bookmark and Share
 
 
 
 

LA SUA SCHEDA
ALLA MENS SANA

 
eXTReMe Tracker
Torna ai contenuti | Torna al menu