Notizie attuali - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Menu
Menu
Vai ai contenuti

COSA ACCADDE AL NEONATO MANNION?

Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese
Pubblicato da in Cronaca di un parto complicatissimo · 21 Novembre 2020
Tags: Editoriale

Un passaggio di quanto da noi riportato nell'articolo Nico Mannion: da Siena alla NBA [APRI] e da noi estrapolato da una intervista fatta a Pace Mannion su DailyBasket.it, merita un approfondimento stando anche alle rihieste fatteci da diversi nostri lettori.
Il passaggio in oggetto è il seguente:
Pace Mannion si presenta a Siena con la moglie incinta ed il parto è molto problematico “Non sapevamo se Niccolò sarebbe sopravvissuto, ma i medici dell’ospedale di Siena furono straordinari e gli salvarono la vita, essere a Siena fu una benedizione…” Queste ultime parole di Pace ci fanno ben capire il motivo per cui il giovane Niccolò come i genitori, Pace e Gaia, abbiano una considerazione di Siena e delle sue persone molto forte e sempre viva.

Quanto detto è stato riportato sul web da diverse fonti d'informazione ma nessuno, pur forse chiedendoselo, ha approfondito quanto detto da papà Mannion.
Cosa era accaduto al neonato Nico subito dopo la sua nascita? Perchè Nico ha rischiato di morire? Fecero veramente qualcosa di importante i nostri medici che intervennero nel reparto di 'Geriatria' dell'Opedale Santa Maria alle Scotte di Siena?
DECORSO OSPEDALIERO
  • Niccolò Manion nasce all'Ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena il 14 marzo 2001.
  • Quello di mamma Gaia fu un parto prematuro di 5 settimane. Logicamente un bimbo prematuro non è in grado di affrontare la vita che lo aspetta al di fuori dall’utero materno quindi viene messo nell'incubatrice.
  • Il parto ebbe bisogno del cesario per diversi fattori a rischio sia per la mamma che per il nascituro.
  • l'intervento ebbe felice esito e tutto terminò felicemente sia per la mamma che per il nascituro.
  • la sera il quadro clinico del neonato (ricordiamo prematuro) si complicò notevolmente: gli esami di laboratorio presentarono valori sballati sia nell'emocromo che nei parametri metabolici .
  • venne accertata la presenza di uno streptococco beta emolitico del gruppo B (Streptococcus agalactiae)
  • Lo streptococco di gruppo B (GBS) è un tipo di infezione batterica che interessa gli organi genitali della mamma incinta che spesso è asintomatica, così lo streptococco può passare dalla mamma al suo bambino durante il parto. Le conseguenze potrebbero essere molto serie .
  • il gruppo dei medici della Geriatria senesi, che ricordiamo con il prof. Laghi Pasini come Responsabile, furono tempestivi; intervennero con trasfusioni e con una prifilassi per via endovenosa appropriata.
  • la profilassi ebbe felice esito. Ricordiamo che entro le 20 ore dalla nascita (esordio precoce come nel caso) può dare origini a polmoniti, meningiti e setticemie che, a seguito del neonato (nel nostro caso anche prematuro), possono avere gravi conseguenze.

    Proprio di recente la cronaca ha riportato della morte di un neonato avvenuta al Mayer di Firenze a causa di uno treptococco. [APRI]




  • MENS SANA 2020/21
    STORICO
    CONTATTI: Baskrtsiema@gmail.com - tel. 057750028
    Torna ai contenuti