Notizie attuali - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Menu
Menu
Vai ai contenuti

COMUNICATO CONDANNA EPISODIO RAZZISMO IN SBA AREZZO - COSTONE

Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese
Pubblicato da in Info · 22 Ottobre 2022
Tags: Cgold

“È stato un attimo, ma sentirsi chiamare negro di m… è qualcosa di davvero molto spiacevole”. È questa la triste testimonianza di Bruno Ondo Mengue, giocatore della Vismederi Costone, che ieri è sceso in campo nella sfida che vedeva impegnati i gialloverdi sul campo della Amen Scuola basket Arezzo. “Mi dispiace che – aggiunge il giocatore – per colpa di un solo stolto tra i tantissimi tifosi presenti, la bellissima atmosfera che si era venuta a creare si sia sciupata”.
“Si tratta di un episodio vergognoso – ha commentato il presidente del Costone Emanuele Montomoli esprimendo solidarietà al proprio atleta–. Mi dispiace che una serata di sport ed una partita così avvincente venga macchiata da un insulto del genere. Ho la fortuna di conoscere personalmente il presidente della società aretina, Mauro Castelli, persona di cui ho potuto apprezzare la correttezza e le qualità morali, e so che un simile comportamento di un singolo tifoso non fa parte dei valori in cui l’Amen Scuola basket si riconosce”.

IN RISPOSTA IL MESSAGGIO DELL'ASSESSORE ALLO SPORT E POLITICHE GIOVANILI DEL COMUNE DI AREZZO, FEDERICO SCAPECCHI

Ho appreso dalla stampa e dal Presidente dell'Amen Scuola Basket Arezzo di quanto avvenuto in occasione del recentissimo match che ha visto le due compagini contrapposte, presso il PalaSport "Mario d'Agata" di Arezzo. Spiace dover constatare che ancora oggi, nel 2022, luoghi di sport diventino teatri di odiose offese razziste da parte di chi, evidentemente, non può essere considerato ne uno sportivo, ne un tifoso. Lo sport è salute, lo sport è socialità, lo sport è sano agonismo, lo sport è divertimento, lo sport è scuola di vita, pertanto è necessario condannare senza se e senza ma episodi che infangano questi valori. E' triste che un match intenso come quello andato in scena tra la vostra squadra e la formazione aretina sia balzato alle cronache non per i valori espressi in campo dai giocatori, ma per un insulto razzista. Per questo è doveroso condannare con voce unanime questo episodio, affinchè se ne parli e si faccia breccia nei cuori e nelle menti di chi invece sottovaluta la gravità di fatti come questo.
Ho letto con piacere le parole del Presidente Montomoli che riconosce al Presidente Castelli, e a tutta la SBA, i valori morali e sportivi che la contraddistinguono, quanto di più lontano dal razzismo e dalla discriminazione.
Assicuro che anche l'Amministrazione Comunale di Arezzo, oltre a condannare il gesto, si spende quotidinamente per costruire una Città e un futuro dove il rispetto sia una costante e la diversità un valore.
Con l'auspicio che il o i responsabili delle offese razziste venga/vengano individuati e messi di fronte alle proprie responsabilità, giungano al giocatore Bruno Ondo Mengue, al Presidente Montomoli e all'intera Squadra la vicinanza e la solidarietà della Città di Arezzo.
Federico Scapecchi
Assessore allo Sport e alle Politiche giovanili
Comune di Arezzo




Torna ai contenuti