CRONACHE NEWS ATTUALI SULLA MENS SANA

Clicca sul titolo per andara alla cronaca desiderata


  • AMICHEVOLI PER MENS SANA, VIRTUS E COSTONE
    -Le prime partite a porte chiuse fra loro

  • ANCHE GRICCIOLI IN CINA
    Lascia la Virtus Siena e va da Pianigiani

  • INTERVISTA AL PLAYMAKER EDOARDO PANNINI
    Le prime impressioni all'inizio degli allenamenti

  • TEMPI DI SPONSOR PER IL BASKET SENESE
    Nuovi sponsor per Mens Sana e Virtus Siena

  • DEL PIANELLA RIMANGONO SOLO I RICORDI
    Risolto con il comune di Cucciago il sospeso. Nuovo impianto

  • SIMONE PIANIGIANI A PECHINI
    al Beijing Shougang Ducks

  • LE ISTITUZIONI NELL'ARTICOLO DEL NIGRO
    Condivisioni con aggiunte

  • LA MENS SANA BASKETBALL RIPARTE CON ENTUSIASMO
    Il raduno e le parole del presidente della Polisportiva

  • LUNEDI' 7 SI RIPARTE!
    La società ha comunicato la ripartenza

  • SANDRO BENCARDINO TORNA IN ITALIA
    Preparatore atletico della Germani Brescia

  • MENS SANA IN C SILVER
    Comunicato ufficiale

  • NUOVA AVVENTURA PER SIMONE BERTI
    Un "figlio Mens Sana" giocherà nel SanGiobbe Chiusi

  • COSTONE AL VIA
    Con l'ultima novità

  • CECCARELLI AL COSTONE
    L’Ex Mens Sana e Chiusi si è legato per un anno al Costone

  • IL CUS SIENA SI ORGANIZZA
    Primi provini - Per gli interessaati c'è il numero cell.

  • MECACCI - MARRUGANTI
    Avventure e disavventure dei due senesi nel basket

  • NICO MANNION AL N°21 NELLA TOP100 DI ESPN
    Un nativo di Siena nella Nba? Molte probabilità

  • CREMONA: C'E' MOLTO DA IMPARARE
    La famiglia Corazzi risolve un non facile problema

  • SEGUITI CON AFFETTO
    Giovani di formazione M.S. ed altri ex M.S.

  • ATAMAN RISOLVE I PROBLEMI DI TORINO
    Notizia shock !! doppiamente per Siena del basket

  • ALTRI ARRIVI IN CASA MENS SANA
    Chiti, Perin, Gelli

  • PALA TIZIANO: PRESENTE E PASSATO
    Palazzetto dello sport in completo abbandono. Restano i ricordi

  • LE ULTIME DI MERCATO DEGLI EX-MENS SANA
    Trovano casa A.J.Packer, Poletti e Udom

  • OLLEIA RINNOVA PER LA VIRTUS
    Dopo lo staff la Virtus parte con i giocatori

  • ASSEMBLEA TIFOSI MENS SANA
    Programmati incontri con Polisportiva e Comune

  • INIZIA OFF SEASON BASKETBALL
    Interessante iniziativa tecnica con staff conosciuto e preparato


  • RISULTATI E CRONACHE MENS SANA ED ALTRE
  • Mens Sana Siena (Promozione)
  • Virtus Siena (C Gold)
  • Costone Siena (C Silver)
  • San Giobbe Chiusi (C Gold)
  • Colle Basket (C Silver)

  • LE NEWS SUCCESSIVE >>



  • PRIME AMICHEVOLI PER MENS SANA VIRTUS E COSTONE

    DATA:24/09/20
      FONTE:
    Basketsiena | Redazione
      LA FOTO:
    Amichevole Virtus-Costone

    Scendono sul parquet per disputare la prima partita le senesi Mens Sana, Virtus e Costone.

    Virtus - Costone, come già preannuciato, si sono incontrate al PalaPerucatti e partita vinta dalla squadra di casa 61-59. Questi i tabellini:
    VIRTUS: Berardi, Olleia 17, Nepi 14, Bartoletti 9, Lenardon, Braccagni, Lazzeri 1, Imbrò 10, Costantini, Ndour 5, Bovo 3, Calvellini 2, Cannoni. All. Spinello
    COSTONE: Juliatto 10, Ricci 2, Ceccarelli 9, Silveira 7, Bruttini 8, Angeli 5, Tognazzi 16, Curti 2. All. Braccagni
    Partita giocata con azzeramento alla fine delle 4 frazioni con la prima (9-10) e l’ultima (14-18) vinte dal Costone, mentre le altre si sono concluse sul 19-18 e 19-13 per la Virtus.
    Primo quarto polveri bagnate per entrambe. Per la Virtus nei quarti centrali bene Olleia ed Imbrò. Per il Costone bene il nuovo play Ceccarelli, in evidenza Tognazzi (Bruttini in campo poco per problemi fisici) e bene Juliatto.

    La Mens Sana Basketball scenderà in campo per il primo scrimmage stagionale (sul parquet del PalaEstra a porte chuise) sabato pomeriggio alle ore 18.00.
    Non ci sarà un avversario nella prima dato che i ragazzi di coach Binella si affronteranno tra di loro in un inedito Mens Sana Bianca vs Mens Sana Verde.
    I sostenitori della Mens Sana avranno la possibilità di vedere la partita sul live nella pagina FB Mens Sana BasketBall Academy.
    Su Basketsiena.it inseriremo in tempo reale punteggio, tabellini e statisici con annotazioni finali.



    Bookmark and Share




    ANCHE GRICCIOLI IN CINA

    DATA:21/09/20
      FONTE:
    Basketsiena | Redazione
      LA FOTO:
    Giulio Griccioli

    Sarà Giulio Griccioli l’assistente di Simone Pianigiani sulla panchina dei Beijing Ducks. Ne ha dato comunicazione prima Sportando e dopo sono arrivate le conferme a Siena da parte del futuro assisten-coch dei Ducks.
    La notizia nell'ambiente senese fa "doppiamente notizia" in quanto Giulio Griccioli aveva in questo periodo, da fine giugno [CLICCA PER APRIRE], ricoperto il ruolo di responsabile tecnico della Virtus Siena.
    Giulio Griccioli dopo i saluti ed i ringraziamenti di rito prende così il volo per Pechino dove, come detto, approda ai Beijing Ducks, squadra di livello internazionale che milita nell CBA.
    Così un pezzo di storia mensanina rivive e si ricompone in oriente, in Cina, dopo che i due, Pianigiani e Griccioli, avevano diviso squadre ed incarichi nelle giovanili Mens Sana per anni e poi in prima squadra come coach ed assistente nella stagione 2009-2010.



    APRI E LEGGI "GIULIO GRICCIOLI ALLO SPECCHIO"
    un nostro servizio precedente sull'allenatore senese

    GRICCIOLI NELLE STATISTICHE ALLENATORI MENS SANA
    dati allenatori Mens Sana





    Bookmark and Share




    LE PRIME IMPRESSIONI DEL PLAY PANNINI

    DATA:20/09/20
      FONTE:
    OK Siena | Matteo Tasso
      LA FOTO:
    Edoardo Pannini

    Matteo Tasso su OK Siena ha intervistato Edoardo Pannini, giovane playmaker della Mens Sana, probabilmente ancora capitano a dispetto della giovane età (classe 99).
    Alla domanda di Matteo Tasso sul ritrovato derby con il Costone, Edoardo da giocatore ma anche da tifoso della Mens Sana ha risposto:
    "Da tifoso mensanino, che ha avuto la fortuna di assistere a partite di Eurolega e di gioire per la vittoria di tanti scudetti, dico sinceramente che avrei preferito continuare a vivere ben altre attese...."
    Grande "Edo"! Il primo pensiero di un mensanino è proprio questo; con tutte le considerazioni che poi da questo seguono. Adesso possiamo rivivere anche quel lontano evento, il derby con il Costone ... e quindi Pannini come Canpanini.
    Le tante altre interessanti considerazioni su questa nuova avventura le puoi trovare sull'articolo do Matteo Tasso (OK Siena) [CLICCA PER APRIRE]



    Bookmark and Share




    TEMPO DI SPONSOR PER IL BASKET SENESE

    DATA:17/09/20
      FONTE:
    Comunicati Ufficiali società | Redazione
      LA FOTO:
    Bruttini - Sacconi

    SPONSOR VIRTUS SIENA
    Importante accordo di sponsorizzazione per la Virtus, che si lega con un'eccellenza italiana e del territorio senese come Stosa Cucine, che sarà a fianco della società rossoblu nella prossima stagione in qualità di sponsor secondario di maglia.
    Il matrimonio testimonia la volontà della Virtus di fare sempre un passo avanti e di cercare di crescere ulteriormente ...si tratta di un marchio prestigioso il cui logo si troverà nella parte frontale delle maglie ... quello con Stosa Cucine la società rossoblu si augura possa durare nel tempo.
    LE PAROLE DEL PRESIDENTE VIRTUS FABIO BRUTTINI:
    “Sono felice di poter annunciare questo importante accordo. Stosa Cucine è un marchio leader in Italia ed il fatto che abbia scelto la Virtus mi onora. Ringrazio il patron Maurizio Sani, con il quale mi lega un bel rapporto di amicizia. È una persona di grande spessore e valori umani, artefice di un piccolo miracolo sportivo, avendo portato la serie C di calcio in un paese di soli 4 mila abitanti. Questo la dice lunga. Stosa è in linea con le nostre ambizioni ... Mi auguro che questo sia solo il primo passo di un rapporto lungo e che porti grandi soddisfazioni reciproche”.
    LE PAROLE DEL PRESIDENTE STOSA MAURIZIO SANI: "Da sempre sono fortemente legato al mio territorio, culla della mia famiglia e della mia azienda. Più di 20 anni fa ho manifestato concretamente la mia passione per lo sport, sponsorizzando l'US Pianese e diventandone Presidente, perché è importante per me dare un segnale forte alla mia comunità. Quest'anno sono onorato di sposare anche un'ulteriore realtà sportiva e iniziare un percorso di crescita con la Virtus Siena, realtà motivata, frizzante e agguerrita, caratteristiche nelle quali ritrovo me stesso e la mia azienda Stosa Cucine".

    SPONSOR MENS SANA SIENA
    La Mens Sana Basketball Academy è lieta di annunciare che il title sponsor per la stagione 2020/21 della prima squadra e del settore giovanile sarà Named Spa, azienda leader a livello internazionale nel settore dell’integrazione alimentare. Named Spa da 30 anni produce integratori alimentari rivolti a chi è alla ricerca di una soluzione efficace e sicura per i propri disturbi, oltre ad aver implementato la propria offerta con una linea di prodotti specificatamente rivolti a chi fa sport a qualunque livello con il brand NamedSport.
    LE PAROLE DEL PRESIDENTE POLISPORTIVA MENS SANA ANTONIO SACCONE:
    “Siamo estremamente felici che un’azienda così importante abbia scelto di essere al fianco della Polisportiva, perchè significa che il nostro progetto sta ricevendo apprezzamenti e sta iniziando a prendere valore anche extra-territoriale. L’accordo con Named riguarda l’intero mondo Mens Sana, con particolare attenzione alla sezione basket di cui sarà Title sponsor nella prossima stagione e alla sezione Mens Sana Fitness che contribuirà fattivamente alla promozione del marchio.”
    LE PAROLE DI FABIO CANOVA, CEO DI NAMED SPA:
    “Named è una società che si occupa di medicina naturale presso la classe medica e farmacisti italiani ma che ha a cuore anche lo sport. Abbiamo ritenuto che la passione che la Polisportiva Mens Sana dimostra nel promuovere lo sport fosse meritevole di essere legata ad uno sforzo comune e da qui è nata la voglia di collaborare, oltre alla tradizione della Mens Sana Basketball, uno dei club che ha fatto la storia del basket italiano. Organizzeremo degli incontri che coinvolgeranno medici e sportivi, durante i quali si parlerà di performance, ma anche di prevenzione, cercando di offrire un’importante opportunità ad atleti e semplici cittadini”.

    ANNOTAZIONI DI REDAZIONE
    Aggiungiamo alcune note e considerazioni. La Named spa è senz'altro delle due la meno conosciuta nel nostro ambiente. E' stata fondata nel 1988, quindi una azienda con oltre 30 anni di vita, pertanto bel consolidata; la sua sede principle è a Lesmo Monza. Chi l'avrebbe detto! Dalla Brianza un interessamento per la Mens Sana anche se non si limita al basket ma a tutte le discipline della Polisportiva. Un azienda con 200 dipendenti ed un fatturato nel 2018 di 59.300 milioni. Logicamente il proprio apporto nel basket è rapportato alla caregoria fa comunque piacere annotare questo allargamento della geografia negli interessi per la gloriosa Mens Sana.
    Stosa è una sorpresa ma non una novità. L'importante azienda della nostra provincia di Maurizio Sani ha avuto un ultimo fatturato (2018) di 116 milioni di euro. L'azienda è stata in questi ultimi anni molto corteggiata dalla Mens Sana, dalle varie persone che si sono interessate al suo rilancio prima dell'ultimo fallimento a partire da Marruganti-Ricci, all'Associazione Io tifo Mens Sana, al Consorzio anche se quest'ultimo in forma e modo poco comprensibile (non come sponsor pricipale). Senz'altro con un reale interessamento di Stosa nella Mens Sana non saremmo nemmeno arrivati al fallimento. In quel periodo era presidente del consorzio, la forza portante della Mens Sana basket, prima del "ripiego" Macchi, proprio il presidente della Virtus.
    Oggi questo è logicamente motivo di considerazioni non piacevoli da parte dei tifosi biancoverdi.
    Avremo modo di ritornare sull'argomento perchè la storia di questi ultimi 50 anni di basket cittadino hanno assegnato alle società senesi ruoli ben definiti mentre adesso sembra esserci "aria di cambiamento". Solo impressioni o vi è proprio una strategia operativa finalizzata a questo?
    La storia ci dice (anche allargandola al basket nazionale) che nelle rivalità cittadine non si somo mai avuti spostamenti di gradimenti nelle tifoserie. Anzi dove si è cercato di farlo il risultato è stato negativo per tutto il movimento.

    Bookmark and Share




    CHIUDE UFFICIALMENTE IL PIANELLA DI CUCCIAGO

    DATA:13/09/20
      FONTE:
    Basketsiena | Redazione
      LA FOTO:
    Palazzetto ianella a Cucciago

    Si chiude ufficialmente l’era del Pianella di Cucciago. Dello storico palazzetto, luogo di tante sfide canturine, non rimarranno che i ricordi.
    La Pallacanestro Cantù pagherà un residuo debito al comune di Cucciago nei prossimi mesi (novembre) e darà inizio alla costruzione di un nuovo impianto nel viale Europa, quindi proprio a Cantù. Non più altri comuni come Cucciago e Desio.

    Ed il Pianella?
    Il Pianella, che era stato acquistato nel 2015 da Gerasimenko con l’intenzione di ristrutturarlo ma con permessi mai concessi (nel frattempo la squadra si trasferì al Palazzetto di Desio), fu poi riacquistato per poco più di 800mila euro da Davide Marson, un membro del CDA della Pall. Cantù. Con questo intervento, quindi grazie al Pianella, la Pall. Cantù, la s.r.l. “Tutti insieme Cantù” trovò le risorse economiche per completare il salvataggio.
    Oggi il Pianella ha avuto un cambio d’impiego; diventa un deposito di legname per una società del consigliere Marson. Tolti i 3.900 sedili, tolti tabelloni e transenne, tolto tutto, non rimangono che i ricordi.
    Il grande Pierluigi Marzorati, il Pierlo o l’ingegnere volante, il più americano dei giocatori italiani di quel mezzo secolo di basket italiano, in questi giorni in cui è stato ufficializzata la fine del Pianella è tornato sul posto, forse a guardare il solo soffitto, o le pareti. Tanti i ricordi per lui ... ma anche noi mensanini ne abbiamo di storie vissute dentro quel palazzetto costruito agli inizi degli anni ‘70.

    APRI LA PAGINA "RICORDI STORICI AL PIANELLA"



    Bookmark and Share




    SIMONE PIANIGIANI A PECHINO

    DATA:13/09/20
      FONTE:
    Basketsiena | S.F.
      LA FOTO:
    coach Simone Pianigiani

    Per la serie 'Dove ti porta il basket' ....
    continua quella molto movimentata di Simone Pianigiani secondo storico coach della Mens Sana (Top presenze con Ezio Cardatoli - tutti i dati) [APRI]
    Secondo quanto riporta la Wikipedia dei Beijing Shougang Ducks Simone Pianigiani, ex allenatore di Mens Sana Siena, Nazionale azzurra e Olimpia Milano, è il nuovo allenatore del club cinese di Pechino in CBA.
    Nuova esperienza all'estero quindi per il coach senese pluriscudettato, dopo Fenerbahçe e Hapoel Jerusalem.
    Nel suo palmares, nel corso della sua carriera da allenatore di squadre senior (senza considerare i cinque titoli-scudetti giovanili vinti con la Mens Sana), ha vinto sei campionati italiani, tre Coppe Italia, sette Supercoppe italiane, una Coppa di Turchia, un campionato israeliano e una Coppa di Lega israeliana.

    Bookmark and Share



    LE ISTITUZIONI NELL'ARTICOLO DEL NIGRO

    DATA:09/09/20
      FONTE:
    Basketsiena | Stefano Fini
      LA FOTO:
    Giuseppe Nigro

    In questi giorni sul blog “Palla al cerchio" ” è uscito un interessante articolo di Giuseppe Nigro dal titolo “Storia di un’assenza (ingiustificata): dove sono le istituzioni locali?”. Il punto di domanda si riferisce al mancato sostegno delle istituzioni, dell’amministrazione locale, alla costruzione del presente e al futuro della Mens Sana.

    Il contenuto dell’articolo del giornalista, come sempre molto bravo e preciso nell’esporre concetti e idee, trova in sintonia sia il sottoscritto che noi tutti di Basketsiena.it. In tempi diversi, nei momenti in cui un serio e reale intervento delle istituzioni sarebbe stato utile e necessario per salvare il salvabile, evidenziammo l’assenza pratica, operativa, delle istituzioni che poi si è drammaticamente ripetuta nel tempo.

    Considerata la nostra natura che si basa sull’analisi storica delle vicende mensanine riferite al basket, vorremmo portare anche il nostro contributo, giungendo a delle conclusioni che si differenziano un po' dall’articolo preso in esame, o per lo meno, completano il contenuto con un passaggio non considerato che ritengo importante.

    Secondo il nostro punto di vista, sin dagli anni ‘60 ad oggi, la Mens Sana basket ha avuto diversi poli di attrazione, che brevemente riassumiamo in quattro punti: il primo è riferito alla casa madre, la Polisportiva; il secondo è quello che riguarda le istituzioni locali (comprendendo anche il Monte dei Paschi): il terzo quello del coinvolgimento degli imprenditori locali; il quarto quello che fa riferimento al suo popolo, ai tifosi, alle tante persone più o meno “di fede” che hanno seguito con interesse e/o amore le sue vicende.

    Le istituzioni si affacciarono al mondo della pallacanestro nel 1967, quando a seguito di eventi non felici per Siena (fra cui la chiusura della ditta Tortorelli, importante azienda che realizzava attrezzature per la ristorazione operante in Italia e all’estero), il professor Balocchi (Democrazia Cristiana) si impegnò a portare una nuova industria a Siena, contattando la famiglia Borghi di Varese. A quel tempo, Borghi voleva dire Ignis ed Ignis voleva dire anche basket. Così, con l'inizitiva di un certo Dante Vannini, dirigente della Ignis senese, nonché grande appassionato di basket e mensanino, Borghi venne convinto ad essere il primo sponsor di spessore della società mensanina.
    Poi il salto, la serie A ed anche in questa fase di crescita non ci furono le istituzioni ne altri ad interessarsi. Il "Donde”, Alberto Corradeschi Mario Bruttini ed altri lavorarono, presero contatti, invogliarono, trovando le argomentazioni giuste, Pasqualini e Quartinieri ovvero la Sapori, a far parte del progetto Mens Sana basket.
    Quindi ancora una volta è l'operato di singoli non delle istituzioni.

    Per trovare un vero interessamento dell’amministrazione locale, l'unico, dovremmo attendere il 1992 quando venne eletto a Sindaco Pierluigi Piccini. Assai importante fu il suo operato che portò col tempo al tanto sognato e bramato matrimonio fra Monte dei Paschi e Mens Sana. Ma anche in questo caso la sua presenza fu portata stimolata e motivata da un sigolo, dall'ora g.m. del basket Ferdinando Minucci


    Il Sindaco Pierluigi Piccini con la squadra e la dirigenza in campo. Una vicinanza non solo formale ma sostanziale.

    Le istituzioni all’interno della Fondazione del Monte aprirono molte porte ma anche in quella importante fase l’amministrazione locale era stata “trascinata” come lo fu successivamente la stessa Banca che sposo la causa Mens Sana dietro ad un progetto ben preciso e condiviso.
    Piaccia o non piaccia, in tutto le varie epoche, la vicinanza e l'aiuto delle istituzioni, quando c'è stato, è sempre stato la conseguenza di un lavoro portato avanti da singoli, E mai le istituzioni , l'amministrazione locale, hanno "inventato" qualcoca, proposto un progetto di crescita o salvezza per la Mens Sana.

    E questo è quello che è mancato realmente in quest’ultima fase della storia della Mens Sana. E’ mancata la persona con i connotati del “trascinatore”, quello che sa calamitare dentro un progetto (e questo ci vuole) le parti in causa, dalle istituzioni agli imprenditori passando per la Polisportiva.
    Quindi più dell’assenza dell’amministrazione locale (assenza che purtroppo c’è stata) abbiamo sofferto l’assenza di una persona che sapesse convincere anche le istituzioni nel sostenere un progetto credibile di “rilancio della Mens Sana”. L'interessamento lo si crea non lo si aspetta.

    Bookmark and Share




    LA MENS SANA RIPARTE CON ENTUSIASMO

    DATA:08/09/20
      FONTE:
    Mens Sana Basketball Academy |
      LA FOTO:
    da MensSanaBasketball 2020/21

    Il presidente della Polisportiva Saccone: “Progetto su basi solide, annata importante dopo l’anno zero”

    Raduno al Palaestra per la Mens Sana Basket Academy, che, in attesa di conoscere le date ufficiali per l’inizio della nuova stagione, riparte con l’attività di prima squadra e settore giovanile. Grande entusiasmo anche da parte dei tifosi, che, nel rispetto delle normative anti Covid, hanno salutato la squadra che parteciperà al campionato di serie C silver, dopo la “cavalcata” dello scorso anno in promozione, fermata solo dalla pandemia,
    “Ripartiamo in sicurezza – commenta il presidente della Polisportiva Antonio Saccone – e con rinnovato entusiasmo. Dopo l’anno zero, in cui grazie all’impegno della Polisportiva il basket biancoverde è ripartito, riacquistando credibilità con il lavoro di staff, dirigenti e con l’aiuto di sponsor e tifosi, questo è un anno particolarmente importante per portare avanti il nostro progetto di crescita sostenibile. Ringrazio fin da adesso dirigenti, staff, famiglie e tutti coloro che ci manifesteranno ancora affetto e vicinanza”.
    “Partiamo con rinnovato entusiasmo – conferma il direttore generale Riccardo Caliani – per prima squadra e giovanili. Siamo consapevoli di essere ripartiti con basi solide, grazie alla Polisportiva e al lavoro portato avanti dallo scorso anno. Pur con tutte le difficoltà per l’emergenza sanitaria siamo di nuovo pronti ad affrontare l’annata sportiva in una competizione di livello come la C Silver. Senza certo dimenticare il lavoro portato avanti dal settore giovanile, che è un aspetto fondamentale per la vita della nostra società”.
    “Il gruppo della prima squadra – spiega il coach Pierfrancesco Binella – ha già svolto alcune sedute singole e alcuni test fisici. Da oggi partiamo con i lavori di gruppo, nel rispetto delle normative sanitarie. Il compito sarà quello di amalgamare i confermati con i nuovi, sono convinto che, pur in un campionato difficile come quello della C silver, potremo toglierci diverse soddisfazioni. La squadra che insieme al dg Caliani abbiamo composto è formata da giocatori che hanno sposato il progetto con grande entusiasmo e per noi questa è la prima qualità che serve per far parte della Mens Sana Basket”.

    IL ROSTER

    0 Niccolo Carapelli, ala, classe 2001
    2 Ettore Monnecchi, guardia/ala classe 2000
    3 Matteo Perin, ala, classe 1989
    4 Edoardo Pannini (capitano), play, classe 1999
    6 Andrea Iozzi, ala, classe 1995
    7 Andrea Sprugnoli, play/guardia, classe 1984
    8 Alberto Giorgi, guardia, classe 2002
    10 Duccio Benincasa, play, classe 1989
    11 Lorenzo Manetti, ala/centro, classe 1988
    12 Giulio Chiti, centro, classe 1994
    15 Pietro Milano, ala, classe 2002
    18 Alessio Sabia, centro, classe 1996
    19 Gabriele Collet, guardia, classe 2000
    23 Lorenzo Malentacchi, play, classe 2001
    24 Michele Gelli, ala, classe 1999
    77 Matteo Santini, guardia, classe 2002

    LO STAFF TECNICO

    Capo allenatore prima squadra e responsabile tecnico settore giovanile Pierfrancesco Binella
    Assistenti prima squadra Duccio Petreni, Nicola Discepoli
    Dirigenti accompagnatori prima squadra Francesco Berni e Sergio Catoni
    Staff tecnico giovanili Jacopo Lanza (Under 18), Matteo Spadoni (under 16), Nicola Discepoli (Under 15), Duccio Petreni (Under 14), Simone Vigni (Under 13).


    Bookmark and Share




    LUNEDI' 7 SI RIPARTE!

    DATA:26/08/20
      FONTE:
    Mens Sana Basketball Academy | Comunicato della società
      LA FOTO:
    da MensSanaBasketball

    La Mens Sana BasketBall Academy riparte. La sezione della Polisportiva Mens Sana ha fissato per lunedì 7 settembre la partenza ufficiale della stagione 2020/2021, sia per quanto riguarda la prima squadra che per quanto riguarda il settore giovanile. La società predisporrà il rigido rispetto di tutte le norme sanitarie esistenti per garantire la completa sicurezza di staff, giocatori, tesserati e famiglie.
    Lunedì 7 settembre alle ore 19 al PaleEstra è in programma il “media day” con la presentazione ufficiale della prima squadra, dello staff tecnico e delle squadre giovanili. “Ripartiamo in piena e completa sicurezza – sottolinea il presidente della Polisportiva Mens Sana Antonio Saccone – dopo un periodo difficile derivato dall’emergenza sanitaria che ancora non è terminata e che quindi ci impone il rispetto rigido di tutte le normative. E’ però un segnale importante quello che vogliamo dare: la Polisportiva inizia di nuovo l’attività e in particolare la sezione basket dà il via alla propria stagione con prima squadra e giovanili, a cui faccio fin da questo momento l’augurio per una annata ricca di soddisfazioni, grazie all’impegno del direttore generale Riccardo Caliani, dello staff tecnico coordinato da coach Pierfrancesco Binella e da tutti i collaboratori, senza dimenticare le famiglie e i tifosi biancoverdi che, come sempre, ci hanno dimostrato vicinanza e affetto anche in questo periodo di chiusura forzata”.

    “Ripartiamo dalla serie C silver - sottolinea il direttore generale della sezione Basket Riccardo Caliani – un traguardo importante conquistato sia grazie allo splendido campionato di promozione, sia grazie alla credibilità ritrovata presso la Federazione Italiana Pallacanestro. Ci aspetta un compito importante, sia per quanto riguarda la prima squadra che per il settore giovanile. Lunedì 7 settembre ripartiamo con grande entusiasmo, consapevoli delle difficoltà che andremo a incontrare anche per il perdurare dell’emergenza, ma convinti di portare avanti il lavoro di crescita sostenibile che ci siamo prefissati assieme alla Polisportiva e allo staff”.
    L'accesso al PalaEstra sarà regolamentato mediante percorsi segnalati rispettando i protocolli Covid in vigore. Sarà richiesto il mantenimento delle distanze di sicurezza e l' obbligo di indossare della mascherina.

    Bookmark and Share




    SANDRO BENCARDINO TORNA IN ITALIA

    DATA:26/08/20
      FONTE:
    BkS | Redazione
      LA FOTO:
    Sandro Bencardino nel periodo Mens Sana

    Sandro Bencardino, ex preparatore atletico della Mens Sana Basket, con precedenti esperienze anche con il Siena Calcio, negli ultimi anni impegnato principalmente all’estero, operando in club di primo livello internazionale, ritorna in Italia .
    E' stato infatti ingaggiato dalla Germani Brescia Basket in serie A1. Un vero colpo per la società lombarda che si avvarrà per la prossima stagione delle straordinarie capacità professionali di uno dei preparatori atletici più forti in circolazione a tutti i livelli e campi opertivi. Sandro Bencardino, calabrese di nascita e senese di adozione, contradaiolo dell'Istrice, ha vinto tutto. Arriva alla Mens Sana nel 2003 e vi resta fino all stagione 2010/11, negli anni d’oro, dei grandi successi.

    Nel suo curriculum ci sono: l’importante esperienza con la nazionale italiana di basket, con quella macedone (chiamato dall'ex playmaker della Mens Sana Vrbica Stefanov), con quella georgiana e quella greca (fortemente voluto da Andrea Trinchieri). Dopo la parentesi con la Virtus Bologna e con i russi dell’Unics Kazan, l’approdo alla formazione tedesca del Brose Bamberg. Ovunque grandi successi. Instaura rapporti professionali personali con grandi atleti (Melli, Spanoulis, Hackett ...).

    Bencardino ha legato il suo nome alla nostra città negli anni d’oro dello sport professionistico senese e gli ha dato lustro nel suo affascinante percorso internazionale. Per questo, alcuni anni fa, gli fu consegnata una pergamena da parte dell’Amministrazione comunale come riconoscimento di tutta la nostra comunità (vedi foto sotto)



    LA SCHEDA | Laureatosi all’Isef nel 1991, Bencardino si specializza in Metodologia dell’allenamento e Functional Training, oltre che in riabilitazione sportiva. Preparatore atletico professionista FIGC e FIP, comincia la sua carriera come responsabile della Polisportiva Follonica dal 1990 al 1994, per poi passare al Modena calcio l’anno seguente e giungere nel 1996 al Siena Calcio in Serie B.

    Nel 2003 passa al settore giovanile della Montepaschi Siena, prima di assumere la responsabilità della prima squadra. Durante gli anni trascorsi a Siena inizia a collaborare con la Nazionale Italiana, poi a partire dal 2010 collabora con la Nazionale macedone, con la quale partecipa a Eurobasket 2011, e, successivamente, con quella georgiana e quella greca. Nell’estate del 2011 si trasferisce alla Virtus Bologna, poi nel 2013 entra a far parte dello staff guidato da Andrea Trinchieri, prima in Russia a Kazan e successivamente in Germania a Bamberg, dove resta fino al termine della scorsa stagione.

    Bookmark and Share




    MENS SANA IN C SILVER

    DATA:20/08/20
      FONTE:
    MensSana Academy | Comunicato ufficiale
      LA FOTO:
    C Silver

    Ufficiale: la Mens Sana iscritta alla serie C silver
    La Mens Sana BasketBall Academy ripartirà dalla serie C Silver. Alla sezione della Polisportiva Mens Sana è arrivata in data odierna la comunicazione dell’ufficio gare della Fip Toscana, che ha comunicato come la richiesta di riposizionamento in categoria superiore avanzata nei mesi scorsi dalla società sia stata accolta dal Comitato Regionale. Accertata la disponibilità da parte della Mens Sana Basketball Academy, la società è stata inserita nel prossimo campionato di serie C Silver.

    “Dopo l’anno zero con la partecipazione al campionato di Promozione – sottolinea il presidente della Polisportiva Mens Sana Antonio Saccone – con tanti aspetti positivi come la vicinanza del pubblico e dei tifosi, la ripartenza del settore giovanile grazie all’impegno di staff e tecnici, è arrivato lo stop per il lockdown, con una prima squadra che aveva saldamente in mano la prima posizione in classifica. Anche per tutto quello che siamo stati in grado di creare abbiamo chiesto l’ammissione alla categoria superiore, questa decisione che arriva dalla federazione è motivo di soddisfazione anche perché ci viene riconosciuto tutto il lavoro effettuato. Adesso andiamo avanti con un progetto sostenibile e che continui a coinvolgere giovanili, famiglie e tifosi”.
    “Siamo felici ed orgogliosi che la Federazione abbia accolto la nostra richiesta di riposizionamento in categoria superiore - conferma il direttore Generale della sezione Basket Riccardo Caliani - perché ritengo che durante lo scorso campionato abbiamo dimostrato sul campo di meritare la promozione. La disponibilità di un posto in C Silver ci ha poi spinto ad accettare questa sfida ambiziosa, saltando il campionato di serie D che avremmo affrontato con obiettivi ambiziosi, consapevoli che la sfida che ci attende in C Silver sarà molto difficile. Ci tengo a ringraziare la Polisportiva che è stata pronta ad accogliere al volo questa opportunità concessaci dalla Fip Toscana, manifestando fin dall’inizio la volontà di proseguire, nonostante il blocco imposto dal Covid-19, un progetto di graduale e sostenibile crescita della sezione basket.”

    CAMPIONATO C SILVER MASCHILE TOSCANA 2020-2021
    ELENCO SQUADRE
    DANY BASKET QUARRATA - QUARRATA (PISTOIA); A.S.D. PALL. AUDAX CARRARA - CARRARA (MASSA CARRARA); G.S. FOLGORE A.S.D. - FUCECCHIO (FIRENZE); A.S.D. JUVE PONTEDERA - PONTEDERA (PISA); U.S.DIL. LIVORNO BASKET - LIVORNO (LIVORNO); G.S. DIL. PALL. VALDERA - CAPANNOLI (PISA); CLUB SP. PALL.EMPOLI ASD - EMPOLI (FIRENZE); MENS SANA BASKETBALL ACADEMY - SIENA (SIENA); A.D. BASKET BIANCOROSSO EMPOLI - EMPOLI (FIRENZE); A.S. DIL. COSTONE SIENA - SIENA (SIENA); A.S.D. S.C. VELA BASKET - CAMAIORE (LUCCA); A.S.D. LAURENZIANA BASKET - FIRENZE (FIRENZE); LIB. LIBURNIA BASKET - LIVORNO (LIVORNO); A.S.D. CUS PISA - PISA (PISA); A.DIL. CENTRO MINIBK CARRARA - CARRARA (MASSA CARRARA); A.DIL. C. S. ALBERTO GALLI - TERRANUOVA BRACCIOLINI (AREZZO).

    Bookmark and Share




    COSTONE AL VIA CON L'ULTIMA NOVITA'

    DATA:19/08/20
      FONTE:
    BkS | Redazione
      LA FOTO:
    Samuel Silveira

    Il Costone è stata la prima società senese di basket a ufficializzare la nuova stagione sportiva con una cena effettuata in piazza del Campo (vedi foto sotto dell'evento). Mentre domani, 20 agosto, avremo l’inizio vero e proprio della stagione sportiva 2020/21. Una stagione che vedrà ancora il Costone ai nastri di partenza nella C Silver in quanto la Società aveva da subito deciso di rinunciare a eventuali ripescaggi in C Gold.
    Un campionato di C Silver affrontato con rinnovato entusiasmo e con non nascoste ambizioni. I rinforzi apportati al gruppo, che nella passata stagione orbitava in zona playoff, sono importanti e testimoniano una volontà di crescita. Il colpo da 90 è stato l'ingaggio di Leonardo Ceccarelli, giovane playmaker di formazione mensanina, con una positiva esperienza consumata nella stagione passata in C Gold nella forte capolista SanGiobbe Chiusi. "Leo" Ceccarelli ha il pregio di essere un giovane (classe '98) ma nella gioventù potrebbero esserci anche limiti di esperienza; così arriva come secondo play "Boa" Bonelli, anche lui ex Mens Sana (visto nell' ultima promozione in A2 dei biancoverdi) che con il Costone ottenne nel 2012 la promozione in serie B. Quindi un ruolo, quello del playmaker, che possiamo considerare ben coperto.

    Inoltre è di questi giorni la notizia dell'arrivo di un altro giocatore sudamericano: si tratta di un 2000, Samuel Silveira, un 1,98 di altezza, ruolo 4/5, grande prestanza fisico-atletica (vedi nella foto sopra). Samuel proviene dal Portogallo, dove ha giocato in una categoria paragonabile alla nostra serie C, senz'altro un prospetto interessante animato da una gran voglia di crescere e migliorare.
    Nel frattempo, in questo lungo periodo di inattività, si sono concluse le lunghe procedure burocratiche che hanno consentito al centro Vithor Juliatto di prendere la cittadinanza italiana. Altro colpo importante per il Costone. Il giocatore aveva già mostrato sul campo le sue ottime qualità nel fine stagione passato prima del Covid19.
    La squadra si completerà con l'innesto di alcuni giovani provenienti dalle giovanili, oltre che dai confermati Angeli, Tognazzi, Panichi ecc. senza dimenticarsi, logicamente, del cannoniere della C-Silver "Gigi" Bruttini, punto di forza e di riferimento da sempre di questo Costone-Vismederi.

    CAMPIONATO C SILVER MASCHILE TOSCANA 2020-2021
    ELENCO SQUADRE
    Audax Carrara, Basket Biancorosso Empoli, C.S. Alberto Galli, Centro Minibasket Carrara, Colle Basket, Costone Siena, Cus Pisa, Dany Basket Quarrata, G.S. Folgore Fucecchio, Juve Pontedera, Laurenziana Firenze, Libertas Liburnia, Pallacanestro Empoli, Pallacanestro Valdera, US Livorno Basket.



    Bookmark and Share




    NUOVA AVVENTURA PER SIMONE BERTI

    DATA:19/08/20
      FONTE:
    BkS | Stefano Fini
      LA FOTO:
    Simone Berti

    La San Giobbe Chiusi, che quest'anno affronterà il campionato di serie B, ha ufficializzato l'ingaggio del playmaker Simone Berti. Simone nasce a Firenze nel 1985 dove inzia a giocare per poi passare alle giovanili Mens Sana negli anni in cui il club senese iniziava a dominare in Italia a tutti i livelli.
    Quindi per noi di Siena Simone è uno di casa. Faceva parte dei Cadetti Mens Sana, quelli che nel 2002 conquistarono il 22 giugno a Porto San Giorgio il primo scudetto tricolore della Mens Sana (all'indomani della vittoria della coppa Saporta). In quel periodo Simone Berti era uno dei prospetti nel ruolo di playmaker più interessanti italiani; noi ricordiamo che in quelle finali del 2002 Simone incontrò nei quarti la Kinder Virtus Bologna di Belinelli e Vitali. Li limitò a poco più di 20 punti totali , la somma di entrambi, mentre lui li rifilò da solo 30 punti. [VAI D ASCOLTARE IL PODCAST "THE FINALS" LA SFIDA]
    Simone Berti rivinse anche lo scudetto Under20 nel 2004 a Martina Franca ... contemporaneamente tre stagioni, fino al 2008, in prima squadra al fianco di grandi campioni con i quali divise le gioie per la vittoria del 3° scudetto di LegaA1. Poi Simone inizia a girare l'Italia: lo ricordimo con Sant’Antimo e poi con Brindisi, entrambe in serie B. La buona stagione in Puglia, impreziosita dalla partecipazione ai playoff, vale a Berti la chiamata in Legadue con Pistoia. Poi il trasferimento a Veroli per il campionato 2012/13 e quello a Biella; con l’Angelico, Berti, gioca due stagioni con partecipazione ai playoff. Conclusa la parentesi piemontese, il play cambia ancora regione e categoria. Va prima a Napoli, in serie B, per poi tornare nella città natale con la Fiorentina Basket e con i Pino Dragons Firenze.

    Oggi per Simone intrigante e stimolante questa nuova avventura con il San Giobbe Chiusi nell'ambito di un progetto decisamente interessante.

    Con Simone Berti attualmente giocano nel SanGiobbe Chiusi:
    Bortolin Matias, centro; Carenza Giovanni, 32 anni, ala forte; Criconia Martino, 22 anni, guardia; Fratto Francesco, 29 anni, ala forte; Lombardo Andrea, 30 anni, ala piccola; Mei Nicola, 35 anni, guardia; Pollone Luca, 23 anni, guardia; Raffaelli Lorenzo, 21 anni, play.
    STAFF TECNICO
    Bassi Giovanni Battista

    ELENCO DELLE SQUADRE DI TUTTA LA SERIE B
    Andrea Costa Imola Aurora Jesi Basket 1958 Mestre Basket 95 Giulianova Basket Cecina Basket Golfo Piombino Bologna Basket 2016 Catanzaro Centro Basket Cest. Torrenovese Aquila Nebrodi Corona Platina Piadena Cus Jonico Etrusca S.Miniato Falconstar Monfalcone Felice Scandone Avellino Formia Basketball Fortitudo Agrigento Fortitudo Alessandria Fulgor Omegna Green Basket Palermo Il Campetto Ancona Janus Fabriano Ju.vi. Cremona Libertas 1947 Livorno Lions Bisceglie Luiss Roma New Flying Balls Ozzano Nuova Pallacanestro Nardò Nuova Pallacanestro Olginate Nuova Pallacanestro Vigevano Oleggio Magic Basket Olimpia Matera Olimpo Basket 1957 Alba Omnia Lungavilla Pavia Pallacanestro Bernareggio 99 Pallacanestro Crema Pallacanestro Fiorenzuola 1972 Pallacanestro Molfetta Pallacanestro Partenope Pallacanestro Piacentina Pallacanestro Roseto Pallacanestro Senigallia Pallacanestro Vicenza 2012 Pallacanestro Viola RC Pino Dragons Basket Firenze Raggisolaris Faenza Real Sebastiani Rieti Rinascita Basket Rimini Robur et Fides Varese Rucker Sanve San Giobbe Chiusi Sangiorgese Legnano Sutor Basket 1955 Montegranaro Talos Basket Ruvo Teramo a Spicchi Tigers Cesena U.S. Empolese UEB Cividale Unione Basket Padova Virtus Arechi Salerno Virtus Cassino Virtus Civitanova Virtus Padova Virtus Pozzuoli

    Bookmark and Share




    "LEO" CECCARELLI AL COSTONE

    DATA:12/08/20
      FONTE:
    Costone | Ufficio stampa
      LA FOTO:
    Ceccarelli Leonardo

    L’EX MENS SANA E CHIUSI HA FIRMATO IL CONTRATTO CHE LO LEGA PER UN ANNO ALLA SOCIETÀ GIALLOVERDE.
    La Vismederi Costone inzia il mese di agosto con un colpo da 90, anzi da ’98, visto che il giocatore che ieri ha firmato per la Società della Piaggia è nato proprio in questo anno. Si tratta di Leonardo Ceccarelli, un nome una garanzia, play, senese, del Nicchio, con un trascorso mensanino, dove nella travagliata stagione 2018/19 in maglia biancoverde ha debutatto in serie A2. “Fu quella un esperienza unica – dichiara Leonardo Ceccarelli – per certi aspetti indimenticabile, condizionata purtroppo da un finale di stagione piuttosto complicato. Dopodichè ecco arrivare l’opportunità con il Basket Chiusi, società giovane, ma ben attrezzata, dove mi sono trovato molto bene. Purtroppo l’emergenza covid ha frenato la nostra galoppata vincente verso la serie B.” Questo in sintesi il suo trascorso, fatto di tanto Basket ed esercizio fisico a corpo libero, la sua vera passione, che hanno fatto di Leonardo un atleta apprezzato e molto richiesto.
    Il presidente Montomoli e il dg Naldini hanno dovuto fare i salti mortali per ottenere il benestare dai procuratori del giocatore (Bonaccorsi-Ruggiero), un’intesa questa che parte da lontano, maturata per oltre due mesi e finalizzata ieri pomeriggio con la firma del contratto avvenuta nei locali di Vismederi. Play, 1,82 di altezza, fisico da guerriero,
    Leonardo sarà chiamato a sostituire un giocatore del calibro di Duccio Benincasa: “Non sarà facile rimpiazzare un talento come il suo – afferma Leonardo – ma arrivo al Costone con grande ambizioni, per sposare un progetto che mi ha interessato sin dal primo momento. Dei miei nuovi compagni conosco Valerio Angeli, con il quale ho vinto alla Mens Sana due titoli italiani U14 e U15, oltre a Tognazzi e Panichi. Sono curioso di fare la conoscenza con l’italo-brasiliano Vithor Juliatto di cui ho sentito parlare un gran bene; di Luigi Bruttini apprezzo le doti di grande giocatore. L’ho visto all’opera in gara-4 della finale play-off contro Arezzo di un anno fa e mi impressionò notevolmente, come del resto tutta la squadra. Con coach Braccagni non ho mai lavorato e non vedo l’ora di iniziare. Vengo al Costone per togliermi molte soddisfazioni; so che troverò un bel gruppo, voglioso di primeggiare.” Ceccarelli potrà fare le conoscenze con il resto dell’ambiente costoniano il 24 agosto, giorno in cui inizierà la preparazione atletica dei gialloverdi. Adesso per lui, si prospetta una settimana di ferie per soddisfare un’altra delle sue grandi passioni: gli intinerari all’aria aperta, con la Via degli Dei che lo aspetta con i suoi paesaggi fantastici immersi nella natura.
    Roberto Rosa – Ufficio Stampa Vismederi Costone Siena

    Bookmark and Share




    IL CUS SI ORGANIZZA

    DATA:12/08/20
      FONTE:
    CUS | Ufficio stampa
      LA FOTO:
    Cus Siena 2020

    In attesa della riapertura, con le ultime indiscrezioni che parlano di una data verso la fine del mese di agosto e l’inizio di quello di settembre con tutte le precauzioni del caso, il Cus Siena Basket vuole organizzarsi al meglio per preparare quelli che saranno i provini per entrare a far parte della squadra che prenderà parte al campionato di Promozione nella prossima stagione sportiva.
    Pertanto si informa chiunque fosse interessato a provare ad entrare nel progetto cussino di contattare il coach Lorenzo Bicchi tramite il suo numero di telefono, 3476943463, così da poter organizzare delle sedute di allenamento al momento della riapertura, al fine di valutare le caratteristiche di ciascun provinante per un suo potenziale inserimento nella squadra.
    Seguiranno, in ogni caso, ulteriori news sulle date che permetteranno ai nostri Springtails di ritornare finalmente in campo!

    Bookmark and Share




    MECACCI - MARRUGANTI

    DATA:06/08/20
      FONTE:
    BkS | Redazione
      LA FOTO:
    Marruganti Mecacci in Mens Sana (2016)

    Due senesi ex Mens Sana si trovano al centro delle cronache odierne: Lorenzo Marruganti e Matteo Mecacci.
    Il primo, Lorenzo Marruganti, che pochi mesi fa, per l'esattezza l'8 giugno, aveva accettato l'offerta fattagli dalla società Juve Caserta, un contratto di un anno come general manager, si è ritrovato in un situazione analoga a quella mensanina. La società casertana ritarda il pagamento delle tasse federali, previsti pertanto i tre punti di penalizzazine ... se nonche oggi arriva la notizia della non iscrizione al campionato di serie A2. Si prospetta il campionato di promozione.

    Il secondo, Matteo Mecacci, coach Mens Sana sempre nel periodo di Marruganti g.m. mensanino, approda invece in A2. La news dovrebbe essere ufficializzata dopo l'imminente riunione FIP. Cento, squadra nella quale Mecacci ha disputato in modo positivo, l'ultimo campionato di serie B, aveva fatto richiesta di essere iscritta in A2 cercando di sfruttare positivamente l'evento negativo del Covid19.


    Bookmark and Share




    NICO MANNION AL N°21 NELLA TOP100 DI ESPN

    DATA:05/08/20
      FONTE:
    BkS | Stefano Fini
      LA FOTO:
    Nico Mannion

    Niccolò Mannion, classe 2001, già soprannominato “Red Mamba” e “Ginja Ninja”, è nato a Siena ed è figlio del grande Pace, stella americana della Pallacanestro Cantù e della Virtus Siena, e dell’ex pallavolista italiana Gaia Bianchi. Il suo rapporto con Siena è particolare, non si limita ad una data di nascita [APRI].
    Seguiamo con attemzione questa fase dell sua vita cestistica che dovrebbe vederlo approdare nel magico mondo NBA. Fra poco più di un mese sapremo l'esito. Ce lo segnala il Mock Draft, che nel gergo sportivo Usa è una sorta di previsione di come andrà il metodo di selezione dei giocatori di college o esteri da parte delle squadre professionistiche americane, e soprattutto lo troviamo oggi (5 ago 2020) nel sito NbaDraft.net[APRI]. Sia Sportando che Pianeta Basket evidenziano per Nico la perdita di qualche posizione nei top 100 del NbaDraft; ma la ventunesima attuale posizione è ottima, come possiamo vedere dall'elenco (aprendo il sito Nba Draft.net). Continueremo a seguirlo con attenzione.
    Sarà comunque un futuro radioso quello di Nico. Il giovane playmaker senese che da molti osservatori viene già visto come un punto fermo degli Azzurri, con cui ha debuttato a 17 anni. Dopo Stefano Rusconi, Vincenzo Esposito, Marco Belinelli, Danilo Gallinari, Luigi Datome e Niccolò Melli, il Red Mamba( anche qui un paragone di tutto rispetto: quello con il Black Mamba, Kobe Bryant) sarà con molte possibilità il settimo nativo italiano a calcare i parquet Nba .... ed esserci Siena di mezzo non è casuale: significa e dimostra come questa città sia stata coinvolta e sia (e debba continuare ad essere) un punto importamte nella mappa del basket mondiale.

    Bookmark and Share




    CREMONA: C'E' MOLTO DA IMPARARE

    DATA:28/07/20
      FONTE:
    BkS | Stefano Fini
      LA FOTO:
    Antonella e Alberto Corazzi

    Il chiamarsi Basketsiena.it non deve limitare il nostro territorio d'interesse ed operativo solo a quello che avviene nella "mattonella" del basket cittadino. Sarebbe un errore farlo. Vorrebbe dire non capire. Il nostro basket non puoi e non potrai mai chiuderlo in una "mattonella", farlo vivere in pochi metri di esistenza, in stanze, chiamiamole pure serie, non proprie. Chi pensa che questo sia possibile non vedendo cultura, tradizioni e valori, è un folle e di questi folli la città deve farne a meno anche se alcune volte la orba politica ed i suoi seguaci li premia dando loro incarichi e responsabilità. Ricordiamoci (dal vissuto) che poi il tempo rimette sempre il conto.

    Dovuta premessa che spiega il motivo del nostro interessamento per la notizia del giorno che non riguarda certo il locale ma il nazionale e che allo stesso tempo fa riflettere sui comportamenti locali:
  • La Guerino Vanoli Basket Cremona ha comunicato nelle ultime ore ai presidenti di FIP e LBA la volontà di iscriversi al massimo campionato. Decisione che salva il basket cremonese e contemporaneamente la serie A (FIP e LBA) prese dai numeri che non tornano.
    Il salvataggio porta un nome oltre a quello del nuovo consorzio Cremona Basket, quello dalla Corazzi Fibre.
    Molto interessante il comunicato della società fatto con le parole di Antonella e Alberto Corazzi, i salvatori "della patria":
    "Nella ricorrenza dei trent’anni dalla scomparsa di nostro padre e dei settanta anni dalla fondazione dell’azienda che porta il suo nome, io e mio fratello abbiamo deciso di sostenere nel momento di massima difficoltà una eccellenza del territorio e della nostra città che ha creato tra l’altro un importante movimento giovanile elemento di traino verso valori positivi. È per sostenere questi valori che nostro padre ha voluto costituissimo una Fondazione che porta il suo nome e non abbiamo alcun dubbio che la nostra scelta sarebbe stata anche la sua scelta."
    Queste parole fanno riflettere e possono darci anche diverse spiegazioni sulla situazione che riguarda il basket locale.
    Riproporre e limitare o liquidare il tema riducendolo al "noi non abbiamo aziende ed imprenditori" a Siena è una falsa e deviante risposta.
    Da nord a sud, da est ad ovest la nostra GRANDE provincia ha molte realtà imprenditoriali anche con fatturati molto importanti. Allora dove sta il primo nodo, un primo problema? Nessuna di queste realtà che orbitano nelle aree Colle-Poggibonsi o Chiusi Valdichiana e all'interessante sud, ha un legame forte con la provincia, il comune, non c'è coinvolgimento e senso di appartenenza. Perchè? Perche Siena ed i senesi hanno sempre vissuto di Palio e di Monte e tutto quello che era fuori dalle mura è sempre stato guardato dall'alto in basso. In provincia hanno sempre evidenziato questa supponenza e non solo formale ma anche sostanziale sulle quotidiane problematiche.

    Nelle parole di Antonella e Alberto Corazzi troviamo la partecipazione ai valori che vanno a sostenere economicamente.
    Loro capiscono che il movimento cremonese del basket è una eccellenza del territorio. Vero!
    Non sprechiamo tante parole nel dire a quale livello di eccellenza è il nostro. Ma la differenza sta nel capire e nel far capire il valore di tali eccellenze. Quello che stai perdendo. E se nel nostro territorio ci sono delle scusanti per gli imprenditori della provincia mai coinvolti e poco considerati per le ragioni dette sopra; le scusanti non esistono per gli altri.

    Bookmark and Share




    SEGUITI CON AFFETTO

    DATA:19/07/20
      FONTE:
    BkS | Redazione S.F.
      LA FOTO:
    Hugo Erkmaa

    Dei giovani recenti, di formzione Mens Sana, arrivati e portati a Siena da Michele Catalani seguiamo sempre con interesse il loro iter nel contesto del mondo del basket.
    E pertanto segnaliamo con piacere la news di mercato che riguarda Hugo Erkmaa accasatosi oggi con la Pallacanestro Trapani.
    HUGO ERKMAA è in grado di poter giocare sia da playmaker che da guardia; cestista oggi ventunenne di 193 cm per 89 kg ha disputato la scorsa stagione a Napoli.

    LA SCHEDA

    Nato in Estonia a Väike-Maarja il 26 marzo 1999, è un playmaker eclettico che ama fare correre la squadra.

    Alto 193 cm, ha mosso i suoi primi passi nel mondo della pallacanestro in Estonia. Nel 2015 la Mens Sana Siena vede in lui un grande prospetto e lo parta in Toscana dove Hugo resta fino al 2018 completando il suo percorso di formazione italiana.

    Nel 2018/19 Hugo Erkmaa va a giocare a Napoli in Serie B ed in Campania vince il campionato giocando 15 minuti a partita e realizzando 4 punti, 3 rimbalzi e 2 assist.

    Nel 2019/20 inizia la stagione in Serie B alla Scandone Avellino dove, in 8 presenze, realizza quasi 11 punti di media. A metà stagione, prima della sospensione del campionato, viene richiamato da Napoli.



    Con lui e come lui di formazione Mens Sana ricordiamo RIISMAA JOONAS che nella recente stagione giocava nelle giovanili del Pistoia basket ed in prestito al Montale in C Gold dove viaggiava con 14,5 punti media partita.

    Fra le ultime di mercato degli ex senesi (Nens Sana e Virtus) segnaliano:
    - Sebastian Vico, in Mens Sana nella B, passa alla Bakery Piacenza in serie B.
    - Marco Giuri formatosi in Virtus nel 2005/2006 sarà il playmaker di riferimento per Udine in A2 nella prossima stagione.
    - Alessandro Poti, (1991) anche lui di formazione Virtus Siena passa in B da Salerno ad Ancona.

    Bookmark and Share




    ATAMAN RISOLVE I PROBLEMI DI TORINO

    DATA:13/07/20
      FONTE:
    BkS | Redazione S.F.
      LA FOTO:
    Ataman Ergin cin la bottiglia di amaro" Ataman" per ...

    Questa mattina alle 11:00 in conferenza stampa si apre il mondo per la Reale Mutua Basket Torino mentre a Siena qualcuno sorride, per non piangere, ed apre gli occhi meravigliato leggendo il comunicato della società torinese e del suo presidente Stefano Sardara.

    Sardara ha presentato un gruppo turco il cui rappresentante è Ergin Ataman, oggi coach dell'Anadolu Efes ed ieri coach mensanino pochi giorni fa in diretta facebook a parlare del basket cittadino di ieri e di oggi [APRI] . Ataman ha cosi ufficializzato il suo ingesso nel basket della città piemontese: «Stefano mi ha contattato due mesi fa. Ho due soci di grande livello, di cui uno è una delle massime agenzie di Sport Management in Turchia. E poi ci sarà un’altra persona importantissima all’ingresso. Io continuerò a fare il coach dell’Anadolu Efes, ma conosco questo mondo. Se rimaniamo in A2 lo faremo insieme, se andremo in A1 lo prenderemo noi. Mi fa piacere di aiutare, a livello di business, una società importante da portare all’eccellenza europea».

    Sardara: "Nella costruzione della squadra, Ergin avrà carta bianca. In A2 saremo 50%-50%, in Serie A 100% loro".

    Ergin Ataman così, direttamente o indirettamente, ma molto più che allenatore torna in Italia ma non a Siena.
    Bravo Sardara ... chi cerca trova !!!

    Bookmark and Share




    ALTRI ARRIVI IN CASA MENS SANA

    DATA:10/07/20
      FONTE:
    BkS | Redazione
      LA FOTO:
    Chiti-Perin-Gelli

    Serie D o serie C silver? Bisognerà attendere fino al 20 agosto quando si pronuncerà la FIP e sapremo quanti posti liberi ci saranno e dove saranno. A livello ipotetico potremmo azzardare: forse più possibilità di posti in C silver che in D. Ma oggi è impossibile fare previsioni e conti. Non da escludere che il tutto finisca in una QUASI bolla di sapone rispetto al fuggi fuggi generale paventato nei giorni passati. Forse negli ultimi giorni le società più in difficoltà riescono a trovare quel poco che serve per fare questi campionati.

    Intanto la Mens Sana, ovvero Caliani - Binella, non restono sull'albero a cantare o ad aspettare in quale serie giocheremo. La squadra deve essere formata in tempo, fare subito le scelte giuste nel limite delle possibilità
    E le scelte ci sebrano interessanti. Questi i nuovi arrivi:
    Giulio Chiti, Matteo Perin e Michele Gelli dopo Andrea Iozzi (da Colle C silver) e Duccio Benincasa (Costone C Silver con lunga militanza nelle giovanili Mens Sana) già segnalati in precedenza [APRI]

    - Giulio Chiti è un centro di origine pistoiese di 26 anni (del 1994) che abbiamo più volte visto a Siena avendo giocato nelle ultime tre stagioni nel Costone, un centro da doppia doppia (nell'ultima stagione al Costone ha realizzato 10,1 pts m/g.). Prima del Costone ha giocato due stagioni ad Asciano una in D con promozione ed una in C Silver; prima ancora a giocato a Montecatini, Quarrata, Massa e Gozile. Un centro da promozione se la Mens Sana gioca in D e da campionato di mantenimento in C silver.
    - Matteo Perin è una guardia ala/piccola di 31 anni (del 1989), il riferimento offensivo del Gea Grosseto nell'ultima stagione in C Silver: il capocannoniere della squadra con 293 punti prima del Covid19 , ovvero 19,2 punti m/g. Ha giocato in C Gold con Civitavecchia, in C Silver con San Vincenzo e portato Grosseto dalla D alla C silver dove è rimasto nell'ultima stagione. Pertanto un giocatore da promozione se la Mens Sana dovesse giocare in D e da campionato di mantenimento in C silver.
    - Michele Gelli è una giovane ala/piccola molto interessante. Un ragazzo di 21 anni (del 1999) una crescita fra Sancat ed Affrico Fienze. Quest' anno nell'Affrico in serie D ha fatto un campionato da retrovie, lotta retrocessione, ma i suoi 300 punti con una media partita di 14,2 hanno fatto vedere che il ragazzo sa prendersi le sue responsabilità e nettere in mostra le sue qualità. Un giocatore anche fisicamente in fase di formazione e crescita.


    Gelli Michele


    Bookmark and Share




    PALA TIZIANO: PRESENTE E PASSATO

    DATA:08/07/20
      FONTE:
    BkS | Stefano Fini
      LA FOTO:
    Palazzetto dello Sport Roma

    Più delle parole le immagini. Basta vedere la foto sopra per capire come sta la storia attuale del Palazzetto dello Sport di Roma: da due anni in abbandono totale.
    Ricordiamo che la costruzione del palazzetto di Piazza Apollodoro, conosciuto dai più come PalaTiziano, risale al 1957; un impianto da 3.500 posti, architettonicamente ancora oggi piacevole, costruito all'epoca dalla ditta Nervi & Bartoli. Nel 2018 è stato chiuso per lavori di ristrutturazione che sarebbero dovuti finire nel 2020. Questi lavori non solo non sono stati portati a termine nei tempi fissati, cosa abbastanza normale in questa Italia, ma nemmeno sono mai stati iniziati.
    Per qualche informazione in più in merito vi alleghiamo il servizio curato da "Basketincontro" dal titolo "Palazzetto dello sport: la vergogna"[APRI]
    Noi a Siena abbiamo i nostri, di problemi, in merito al palazzetto. Il PalaEstra al momento ha undici mesi di vita ... poi verrà chiuso se non vengono fatti i dovuti lavori. Ci rattrista quello che accade a Roma ma ci preoccupa quello che non accade a Siena, un concreto e reale interessamento sulla questione.

    Del PalaTiziano vogliamo solo ricordare che quel palazzetto, che ha visto molte nostre sfide con le squadre romane, ebbe un inizio lavori nel marzo del '56 ed una fine lavori nel maggio del '57. Dopo un anno. Questo per dire: i tempi di ieri ed i tempi di oggi.
    Forse la colpa di quel palazzetto è stata quella di aver negato, nel giugno 2013, ai romani la gioia dello scudetto e vederla tanta esternata dai mensanini. Un terzo quarto da applausi con il +13 della svolta per il 63-79 finale. Poi l'espulsione di Calvani (il tecnico della Virtus Roma). La tensione sugli spalti: lancio di oggetti; Paternicò colpito al viso che finisce la gara con un cerottone. Gli insulti e la rabbia del presidente Toti, la delusione negli occhi di Luigi Datome, per noi non più il figlio "Gigi". Sul quel parquet si riversò tutta la nostra gioia: Daniel Hackett (Mvp delle finali) al settimo cielo come Brown, Janning, Moss, Luca Banchi, Crespi e gli altri tutti.



    Mens Sana a fine gara 5 al PalaTiziano

    Ma di storia nostra lì, al PalaTiziano, ne è passata tanta ....
    nel gennaio del 1978, la Sapori del primo anno di George Bucci, tornò vittoriosa dal PalaTiziano contro l'Eldorado Roma 72-74.
    Partita iniziata con mezz'ora di ritardo per il mancato arrivo della coppia di arbitri Solenghi e Ciocca di Milano. Sapori Mens Sana con un Bucci malconcio che rimane in campo per soli 14 minuti. Mette un solo tiro libero. Partita che si tinge di giallo negli ultimi secondi . Sul 74-72 per Siena una stoppata di Bovone su Menichetti permette il recupero del pallone. Si guasta in quel momento l'orologio del tavolo della giuria e la Mens Sana tiene il pallone sembra oltre i 30 secondi a disposizione. Lamentele ...finimondo. Romanisti accontentati abbondantemente con un calcolo "occhio e croce". Tutto resettato e dati 15 secondi ai romani. Tassi, poi giocatore della Mens Sana al fianco di Bucci, offre la palla all'infallibile Cole con la possibilità di andare al supplementare ma l'americano sbaglia.
    Il mattatore di quella partita fu un ex Stella Azzurra Roma, Roberto Quercia, 28 punti. Doppio amaro al PalaTiziano (non per noi).


    Bucci ai liberi per i soli 2 punti al PalaTiziano con Bob Quercia dietro.


    Ed andando ancora più indietro nel tempo (perchè la storia è storia e rimane a differenza dei palazzetti) nel primo anno di serie B della Mens Sana, stagione 1967/68 abbiamo un altro bel ricordo romano del PalaTiziano. Era la prima partita di quella stagione; emozione per il debutto biancoverde nel secondo campionato italiano di pallacanestro (in quegli anni dopo la serie A a 12 squadre vi era la serie B). La Mens Sana incontrava la Fiamma Roma, la seconda società romana dell'epoca, società fondata nel 1948 in periodo post bellico. Fondata da giovani appartenenti al Raggruppamento Giovanile Studenti-Lavoratori, vicino al M.S.I. (Movimento Sociale Italiano). Questo rese doppiamente accesa qualla parita. Infatti "Umbertino" Campanini, playmaker e capitano di quella Mens Sana notoriamente impegnato con il partito popolare di sinista, dette la carica a tutta la squadra: "la Fiamma dei neo-fascisti non doveva vincere". E la Fiamma Roma quella sfida al PalaTiziano contro la Mens Sana non la vinse. Perse 49-53. Il migliore realizzatore fu Marcacci (16 punti) seguito dalla coppia Ninci-Mannari .... il Campanini, apprezzato per la sua notevole velocità ed altruismo nel gioco, un vero playmaker, quella volta, nei momenti gara chiave, attaccò il ferro ed andò a segnare come un fulmine. Quella Fiamma proprio non doveva vincere.


    Campanini con il #5 al PalaTiziano


    Bookmark and Share




    LE ULTIME DI MERCATO DEGLI EX-MENS SANA

    DATA:03/07/20
      FONTE:
    BkS | Redazione
      LA FOTO:
    Mitchell Poletti

    Come nostra abitudine vi segnaliamo gli ultimi movimenti di mercato riguardanti ex-giocatori Mens Sana.

    In A2 a Ferrara trova casa A.J. Packer, l'ultimo statunitense in Mens Sana. A.J. giocò una quindicina di partite (prima del fallimento) con un rendimento alterno anche se complessivamente da considerarsi positivo: una media di 13,9 pts. e 6,4 rbs. La 28enne ala-forte con trascorsi Legnano, Reggio Calabria oltre che a Siena , lo scorso anno a Treviglio ha totalizzato 15,4 punti e 8,1 rimbalzi.

    Sempre in A2 Mitchell Poletti, apprezzato in Mens Sana nella sfortunata stagione 2018/19, sarà il secondo acquisto della nuova Pistoia dopo il riposizionamento in serie A2 della società toscana. Poletti trova a Pistoia un altro ex, Lorenzo Saccaggi che sarà pertanto il suo regista.
    Il 32enne lungo milanese nell’ultima stagione a Verona (9,2 punti e 5,1 rimbalzi) prenderà il posto di Aristide Landi nello scacchiere tattico di coach Carrea, che ritroverà dopo l’esperienza comune nel 2014/15 a Casalpusterlengo quando l’attuale tecnico del club toscano era assistente allenatore.

    non conclusa in cui nell squadra di Paolo Moretti (vedi sotto) troviamo i due giocatori, Packer e Poletti.

    Il terzo a trovar casa è Mattia Udom proprio in questi giorni a Siena, al PalaEstra, per l' "Off Season Basketball" l'interessante iniziativa di Catalani-Campanella-Sorrentino.
    Mattia Udon ha chiuso l'accordo con Brindisi. Sarà il quarto italiano del roster dell'Happy Casa dopo le conferme di Zanelli e Gaspardo e l'arrivo di Visconti. Mattia Udom pertanto arriva in A1 dopo le parentesi giovanili senesi.


    A.J.Parker

    Altra news di mercato che ci fa particolarmente piacere riguarda coach Paolo Moretti che proprio pochi giorni fa (30 giugno) festeggiò i suoi 50 anni. Con il compleanno potrebbe arrivare anche l'intesa per il nuovo corso dell'Andrea Costa Imola in serie B. Previsto per oggi l'incontro fra l'a.d. Giampiero Domenicali ed il coach toscano . Se le parti troveranno un'intesa su base pluriennale, sarà l'ex ed ultimo coach di A2 della Mens Sana a guidare Imola nella nuova categoria.

    [APRI] per andare a vedere gli altri movimenti ex-Mens Sana segnalati in precedenza.

    Bookmark and Share




    OLLEIA RINNOVA CON LA VIRTUS

    DATA:01/07/20
      FONTE:
    Uff. Stampa Virtus
      LA FOTO:
    Gianmarco Olleia

    Inizia a prendere forma il roster della Virtus 2020/2021. Il primo tassello è la conferma di uno dei punti di riferimento dei rossoblu, Gianmarco Olleia, giunto ormai alla dodicesima stagione in maglia Virtus. Colonna portante del progetto, Gianmarco incarna alla perfezione i valori e lo spirito virtussino, un esempio da seguire per tutti, partendo dai più piccoli del minibasket fino ai compagni di squadra, specialmente i più giovani. Ed è proprio per questi ultimi che la talentuosa ala potrà essere di maggiore aiuto: i tanti giovani che verranno inseriti nel roster della prima squadra troveranno certamente in lui un punto di riferimento sia in campo che fuori. Una conferma importante che dà continuità al progetto tecnico della Virtus e che permetterà ancora di veder giocare in maglia rossoblu, sempre col numero 10, un giocatore di assoluto livello per la categoria, senza dubbio uno dei migliori interpreti nel suo ruolo dell’intera C Gold toscana.

    «Mi trovo a commentare l’ennesima conferma con la maglia della Virtus – commenta Gianmarco Olleia – ed il ringraziamento più importante non può che andare al mio presidente Fabio Bruttini e a tutta la dirigenza per l’ennesimo attestato di fiducia e di stima nei miei confronti.

    All’inizio della mia 12esima stagione non diminuisce la mia voglia di lottare e di sudare per questa società anzi aumenta così come il senso di responsabilità e la voglia di far bene per i miei compagni di squade e per tutte le persone che, come me, amano questi colori.

    Prima di ogni cosa ci tengo a rivolgere un ringraziamento al nostro allenatore in uscita, Maurizio Tozzi, per essere stato parte fondamentale e trainante del nostro piccolo capolavoro umano e sportivo; uno dei migliori allenatori che abbia mai avuto sotto l’aspetto tecnico e sicuramente il migliore sotto l’aspetto umano e gestionale.

    Noto con piacere che anche quest’anno la società si è mossa molto bene per allestire la miglior squadra possibile continuando con la sua politica incentrata sui giovani, che porteranno sicuramente nuove energie e nuovo entusiasmo al nostro gruppo già rodato di senior che avrà il compito di aiutarli nel loro processo di crescita. Lo staff tecnico è di altissima qualità potendo contare anche sull’innesto di Giulio Griccioli nei panni di responsabile tecnico, segno dell’attenzione e della qualità con cui la Virtus programma il proprio lavoro.

    Quest’anno, sopratutto dopo il periodo di stop forzato e conseguente interruzione del campionato, ho voglia più che mai di rimettermi le scarpe da gioco e provare a lottare per qualcosa di importante, questa volta però con un tifoso in più che ci guarda e ci sostiene l’alto, il nostro caro Sandro Finetti al quale rivolgo il mio grazie più sincero per tutti i consigli e per la testimonianza di passione ed attaccamento ai nostri colori».

    Bookmark and Share




    ASSEMBLEA TIFOSI MENS SANA

    DATA:01/07/20
      FONTE:
    Redazione | Umberto De Santis
      LA FOTO:
    Io tifo Mens Sana

    In coda a questo articolo pubblichiamo il comunicato ufficiale dell'Associazione Tifosi Uniti

    Lunedì sera al Dodecaedro riunione dei soci di Io Tifo Mens Sana, per le valutazioni sulla situazione complessiva alla luce delle difficoltà future, che si chiamano ripartenza dal coronavirus e logistica del PalaEstra. E la prima novità interessante viene proprio dalla comunicazione che il club avrebbe chiesto l’iscrizione al campionato di serie D e che addirittura ci sarebbe un beneplacito della Polisportiva Mens Sana a un tentativo di posizionare la squadra nel prossimo campionato di C Silver, anche se andrà valutato il limite delle eventuali porte chiuse, visto che la media tra 800 e 1000 spettatori che le partite possono garantire è un introito economico di grande rilevanza. Riguardo all’annoso problema della ristrutturazione del PalaEstra, i diversi interventi hanno sottolineato la mancanza di accordo nei punti di vista della Polisportiva e del Comune sulle azioni da fare per ripristinare l’agibilità dell’impianto che, alla fine della prossima stagione agonistica, senza un intervento deciso e programmato, verrà totalmente chiuso. E che per evitare che ciò accada si stanno studiando diverse opzioni di sensibilizzazione da parte dell’Associazione delle parti in causa. Anche perché l’ultimo tentativo da parte di un imprenditore per un accordo a tre con il comune e la Polisportiva che permettesse un investimento a respiro più ampio fatto nei mesi scorsi non è andato a buon fine.

    COMUNICATO IO TIFO MENS SANA 2020
    La prima assemblea della nuova Associazione Io Tifo Mens Sana 2020 chiede chiarezza e impegno serio per il presente e il futuro della Mens Sana, indiscusso patrimonio di Siena Dopo aver incontrato il Sindaco, sentito l’Assessore allo Sport e la Polisportiva, lunedi 29 giugno si è tenuta al Dodecaedro la prima Assemblea del nuovo corso dell'Associazione Io Tifo Mens Sana 2020, che oggi già conta oltre 250 Soci, risultato che ci rende orgogliosi e fiduciosi per quello che stiamo cercando di fare per la #Lamensanachevogliamo. Abbiamo accettato molto volentieri la disponibilità dataci dalla Polisportiva di ripartire almeno simbolicamente dal Campo di Gioco e fare le nostre considerazioni dentro il DODECAEDRO che ha avuto per noi un significato particolare: è anche lì che tutto è nato 50 anni fa e anche se oggi siamo dove siamo è e sempre sarà la nostra Casa.
    La situazione economica la conosciamo anche troppo bene ma noi non molliamo, noi, e siamo tanti, seguiremo la nostra Mens Sana in qualunque campionato. Accetteremo una C Silver, una D o anche di ripartire ancora una volta dalla promozione, anche se le nostre ambizioni non si fermano certo a questi campionati dove la nostra Mens Sana non ha mai militato. Vogliamo però chiarezza sui progetti e su come impostare il futuro, non possiamo accettare questa inerzia che ci relega all’ultimo posto delle priorità della nostra Città. Tutti noi abbiamo la responsabilità di una Storia ma anche quella di tenere alto tutto il movimento di famiglie, giovani e tifosi che si riconoscono nei colori Biancoverdi. Nel recente passato siamo finiti nella mani di persone poco serie ma noi non siamo morti, anzi siamo ancora più determinati ed è per questo che l’Assemblea ha deciso all’unanimità di chiedere un incontro urgente a tre, con l’Amministrazione e la Polisportiva, che ci hanno già dato la loro disponibilità e di mettere fin da subito in agenda anche un INCONTRO PUBBLICO alla fine di agosto, perché tutti si sappia cosa sta succedendo e, soprattutto, quali impegni ogni attore in gioco si prende per far rinascere veramente la nostra Fede. Abbiamo bisogno di chiarezza e di capire finalmente quali saranno le sorti del Palaestra: non è accettabile vederlo andare contro un iceberg senza fare nulla, se ci sono interessi seri e veri nell’area sportiva se ne parli e si capisca chi sono questi investitori che sono venuti e che sembra se ne siano già andati. Ci chiediamo se gli è stato spiegato cos’è il Basket a Siena e cos’è la Mens Sana o gli argomenti sono stati solo parcheggi e studentato. Questo è un momento cruciale per tutti e pensare che con la crisi in atto sarebbe bastato avere un supporto economico, anche contenuto, per ambire a tornare dove ci compete ci rende ancora più amareggiati, sembra che tutti si voltino dall’altra parte quando si parla di Mens Sana e di questa situazione noi ci siamo stancati. La Mens Sana è una risorsa di questa città e se c'è una volontà serpeggiante di seppellire questo patrimonio cittadino vogliamo che ognuno si prenda le sue responsabilità. Noi faremo l’impossibile per vederla rinascere!

    Bookmark and Share




    INIZIA OFF SEASON BASKETBALL

    DATA:29/06/20
      FONTE:
    BkS | Redazione
      LA FOTO:
    Off Season Basketball

    Off Season Basketball, una bella ed interessante iniziativa da segnalare oggi e da sviluppare nel futuro.
    Oggi per chi lo ha ideato e per chi lo sta seguendo c'è anche una "questione di cuore" che non può farci piacere. Rivedere certe persone con un trascorso Mens Sana lavorare sul parquet del PalaEstra ci piace.
    Ma che cos' è "Off Season Basketball"?
    Potremmo sintetizzarlo in "una proposta tecnica estiva" diversa per chi fa basket; ha il fine di offrire un percorso di allenamento durante il periodo estivo a chi fa basket a livello professionistico ma non obbligatoriamente. Quindi giocatori seguiti durante il periodo estivo da uno staff di professionisti in ambito, tecnico, atletico, di preparazione mentale; seguiti in modo specifico e personalizzato.
    Un lavoro di due settimane (già in corso d'opera) con doppie sedute giornaliere che vede in questa prima edizione dell' Off Season Basketball partecipare, e quindi calpestare lo storico parquet del PalaEstra, un gruppo di cinque atleti fra i quali giocatori che riteniamo di casa come Alessandro Cappelletti, Mattia Udom insieme a Ferdinando Nasello, Mattia Neri ed Elena Giordano.
    Una bella iniziativa gestita anche questa da uno "staff di cuore" ed anche di qualità: Michele Catalani, Federico Campanella, Giacomo Sorrentino con il coach Mens Sana Pierfrancesco Binella.



    Bookmark and Share