Messaggio con ringraziamenti del D.G.. della Mens Sana Riccardo Caliani - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Menu
Menu
Vai ai contenuti
NOTIZIE
UNTIME NEWS DI BASKETSIENA
NOTIZIE > Ultime > Tag > Basket Mens Sana Basketball
Siena 26 maggio 2024 - Posted in: Basketsiena.it | Fonte: social FB | Annotazione: direzione BkS - s.f.
Messaggio con ringraziamenti
del d.g. della Mens Sana Riccardo Caliani

Ho avuto la fortuna di vivere tanti momenti belli, brutti, emozionanti e da dimenticare grazie alla Mens Sana.
Questa stagione è stata speciale per tanti motivi. Siamo partiti di rincorsa, come purtroppo troppo spesso ci è capitato di dover fare in questi ultimi anni. Senza una vera programmazione ma guardandoci negli occhi con il Presidente Francesco Frati, il Vice Presidente Claudio Ridolfi e gli altri preziosi dirigenti, collaboratori e staff. Abbiamo allestito la squadra provando a fare il meglio possibile. Fidandoci di chi conoscevamo bene e scommettendo su chi invece vedevamo per la prima volta.

Abbiamo chiesto a tutti di sacrificare qualcosa di loro per la nostra maglia, provando a spiegare cosa noi abbiamo l’onore di rappresentare.
Con il passare dei mesi abbiamo capito di poter fare qualcosa di importante. Dopo ogni vittoria ci guardavamo spesso senza dirci  niente. Dopo ogni sconfitta, anche quelle più brutte, ci siamo parlati ed aiutati a vicenda. Senza cercare colpevoli ma solo soluzioni. Perchè così mi è stato insegnato. Siamo #cresciutiinsieme ma onestamente non mi aspettavo che riuscissimo a compiere un percorso del genere.

L’amore incondizionato (anzi condizionato dal solo obbligo di dimostrare attaccamento alla maglia) ci ha spinto oltre i nostri limiti.  
Alzare gli occhi e vedere tanta gente al palasport, non solo in questa finale, ma anche nella serie con San Vincenzo, ci ha fatto capire che cosa avevamo riconquistato.
C’è voluto tempo e tanto sacrificio in questi cinque anni per ricreare un qualcosa del quale essere orgogliosi. E se lo abbiano fatto il merito è di tutti quelli che ci hanno creduto fin dall’inizio ed hanno partecipato a questo percorso. Perchè questa stagione è il risultato di un lavoro straordinario fatto negli ultimi 10 mesi, ma anche frutto di un qualcosa che parte da più lontano.

Un sincero ringraziamento a tutti i nostri dirigenti, della Polisportiva e della Basketball, che mi hanno dato la possibilità di lavorare serenamente e sentendo sempre grande fiducia attorno a me. Ai collaboratori ma soprattutto amici, con i quali è un onore per me condividere la rotta.
Con chi vive la quotidianità della prima squadra, e del settore giovanile. Con chi risponde sempre presente quando si chiede un aiuto per far funzionare al meglio il nostro giocattolo. A chi si è occupato di comunicazione, marketing, dettagli organizzativi, di far funzionare tutto al meglio.
Grazie ai nostri sponsor, a Note di Siena nostro Title Sponsor ed a tutti coloro che hanno deciso di supportare la nostra crescita. A chi si è adoperato per avvicinare alla Mens Sana realtà imprenditoriali che non ci conoscevano ed a chi mi dice ogni anno “conta su di me a prescindere”.
Grazie alla squadra ed allo staff per aver dato sempre tutto, andando sopra al dolore, ai problemi ed alle delusioni personali, solo per il bene collettivo.
Grazie ai ragazzi del settore giovanile. Grazie a quelli che ci hanno aiutato con gli allenamenti durante la stagione, ma anche a coloro che hanno onorato la nostra maglia nei vari campionati e colorato le nostre tribune durante le partite.
Infine, grazie ai nostri tifosi, a Io Tifo Mens Sana e tutti gli altri. In particolare a coloro che ci sono sempre stati. Che hanno accompagnato la nostra crescita sostenendoci dalla prima partita dopo la ripartenza del 2019 in Promozione, che ci hanno seguito in trasferta ovunque, che hanno seminato passione portando al palasport sempre più persone e contagiando anche chi si è avvicinato solo per curiosità.
Oggi la nostra comunità si è allargata e questa è forse la nostra più grande vittoria.

Concludo facendo i complimenti al Costone, perchè hanno meritato questa vittoria. Credo fermamente che lo sport debba essere fatto di battaglie sul campo ma anche di rispetto e condivisione di valori.
Complimenti sinceri al Presidente Montomoli ed agli altri dirigenti. A coach Maurizio Tozzi, al suo staff ed alla squadra.
Al di là della rivalità sportiva giusta e che rappresenta il sale dello sport, credo che sia stata una bellissima serie tra due squadre che hanno onorato l’impegno e la passione della nostra città per la pallacanestro.
Ci attende un estate impegnativa.
Ma ci faremo trovare pronti.
Grazie a tutti e Forza Mens Sana!
                                            in foto: Riccardo Caliani in Mens Sana da sempre ....




NOI DICIAMO (di lui):             

Riccardo Caliani in casa Mens Sana rappresenta la continuità. Arrivò negli uffici della Mens Sana nel 2008, era giovanissimo, aveva 24 anni; il suo primo incontro con Ferdinando Minucci, allora d.g. della Mens Sana Basket, ebbe una durata brevissima perchè è lì che lui voleva stare e lavorare. Partì dall'ufficio stampa il suo percorso che si è arricchito nel tempo. Si è dovuto confrontare con persone di esperienza e competenze. Molti rapporti sono tutt'oggi attivi. Così il ragazzo che si era avvicinato al basket giocato ad 8 anni, che aveva studiato al Liceo Volta di Colle Val d' Elsa, paese di nascita, non è più uscito da questa dimensione nonostante la laurea all'Università di Siena ed altri possibili impegni lavorativi nel contesto familiare . Le disavventure Mens Sana lo potevano allontanare da via Achille Sclavo, non sono mancate opportunità e proposte di altre società di basket, ma Riccardo è rimasto.        
Nel giugno 2021 è stato eletto Consigliere regioale FIP, nel quadriennio olimpico; mentre in Mens Sana Basketball da qualche stagione ricopre l'incarico di Diettore Generale
Persona molto apprezzata e stimata dalla tifoseria; persona che ha un forte legame con i colori sociali e con il territorio .

DETTO (da lui):
DOMANDA - aneddoti del passato da raccontare:
” Mi ricordo la simpatia di Erick Green (giocò nella Mens Sana la stagione 2013/14 ndr) che, poco più che ventenne, aveva difficoltà a fare le operazione più banali perchè non era mai uscito dagli Usa. Ogni tanto faceva delle espressioni divertentissime e ci faceva molto ridere. Un’altro che ricordo con piacere è stato Darryl ‘Truck’ Bryant (a Siena nella stagione 2015/16 ndr), personaggio divertentissimo, figlio di una Brooklyn non ricca da cui ha ereditato tutti quei comportamenti che possono fare ragazzi come lui che hanno vissuto una realtà diversa dalla nostra”.

DOMANDA - Un’altra cosa che ti abbiamo sentito dire spesso, magari davanti ad un bicchiere di birra, è che i giocatori si misurano dal collo in su…
“Beh questa non è male… forse l’avrò detta anche dopo un paio di birre… però lo penso davvero. Fisicamente e tecnicamente spesso i giocatori si somigliano molto ed in molti casi forse si equivalgono. La differenza più grande la fa la testa, la comprensione del gioco, la gestione delle emozioni, la capacità di sapersi adattare all’avversario e di mettere energia sempre e comunque. Negli anni ho visto giocatori modesti tecnicamente giocare a livelli alti e talenti cristallini mai realmente sbocciati".

DOMANDA - Adesso, sognare è lecito?:
“Certo. Sognare è bellissimo. La realtà a volte è diversa. Ma guai a mettere freno ai propri sogni. Perché forse è proprio lì che si provano le emozioni più forti, sincere e genuine”.

DOMANDA - Paolo Betti. Come mai hai scelto lui?
“L’ho apprezzato per anni sulla panchina di Castelfiorentino e tutti i suoi ex giocatori con cui ho parlato mi hanno detto ottime cose su di lui. È un tecnico preparato, con voglia di imparare e credo che qua ci siano le condizioni affinché possa far bene. Mi è anche piaciuta l’idea di affidare la panchina ad un non senese, estraneo a certe dinamiche e quindi più libero di poter lavorare come ritiene meglio”.


LEGGI ANCHE: Palasport, la casa della Mens Sana
                                 i suoi primi 40 anni. [APRI]


ULTIME NOTIZIE
#TUTTOMENSSANAtuttomenssana
STAGIONI
 Rilettura sintetica delle Stagioni del passato dal 1973 al 2013
 Roster di ogni stagione e Realizzatori di ogni gara dal 1973 ad oggi
 Risultati con tabellini e mini-cronache della Coppa Italia dal 1968
 Le Coppe Europee con dati e mini-cronache dal 1979 al 2014
 Tornei, Amichevoli, Partite di precampionato dal 2006
GIOCATORI
CURIOSITA'
DATI STATISTICI DI SQUADRA
Pogressivo Vittorie e Presenze in campionato  
Record di falli subiti                                        
Record di assist                                             
Record di stoppate                                          
VIDEO - AUDIO - VARIE









Torna ai contenuti