Forlì sostituisce Casalpusterlengo nell'amichevole del 5 settembre - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Vai ai contenuti

Menu principale:

Forlì sostituisce Casalpusterlengo nell'amichevole del 5 settembre

News

SIENA 4 settembre  2018
FONTE :
Basketsiena.it | Redazione
FOTO: Pall. Forlì 2018/19


Forlì, prossima avversaria non programmata nel precampionato della Mens Sana basket, ha un grande progetto e gli arrivi di questa stagione ne sono la testimonianza.
Quintetto base di gran livello, più scarsa la panchina.
Gli statunitensi sono stati due grandi colpi di mercato in questa estate di A2.
La squadra è alla ricerca di equilibri e gioco come testimonia la non certo brillante prima amichevole con Udine:   

Apu Udine- Unieuro Forlì 86-61 (19-19, 44-39, 64-53)
APU UDINE: Mortellaro 5, Chiti, Ohenen, Pinton 2, Genovese ne, Cortese 22, Simpson 8, Penna 4, Nikolic, Pellegrino 12, Powell 28, Spanghero 5. All. Cavina.
UNIEURO FORLI’: Johnson 7, Giachetti, Lawson 15, Bonacini, Donzelli 7, Dilas 1, Tremolada 2, Oxilia 8, Marini 19, De Laurentiis 2. All. Valli.


ROSTER UNIEURO FORLI’  

MAIUSCOLO = NUOVI ARRIVATI

PM GIACHETTI (11.0 pt, 3.3 ass – Orasì Ravenna)
G M. JOHNSON (18.5 pt, 2.9 rb – Bertram Tortona)
AP MARINI (14.3 pt, 6.3 rb – Termoforgia Jesi)
AG OXILIA (9.0 pt, 6.0 – Assigeco Piacenza)
C LAWSON (7.6 pt, 3.2 rb – Virtus Segafredo Bologna)
Panchina: Bonacini (7.0 pt, 2.2 ass), TREMOLADA (n.d – ABC Cantù), DONZELLI (1.0 pt, 1.4 rb – Happy Casa Brindisi), DILAS (n.d – Novellara), De Laurentiis (5.1 pt, 5.8 rb).
Coach: Giorgio Valli (confermato)

ANNOTAZIONI
Melvin Johnson
il secondo americano della Pallacanestro Forlì è già stato protagonista a Forlì nella seconda parte della stagione 2016-17 conclusa con la salvezza in A2.
Johnson Arrivò alla corte di Valli a fine gennaio e divenne rapidamente il leader realizzativo , con un paio di “picchi” indimenticabili: i 32 con la Virtus Bologna e la decisiva tripla fuori ritmo e da distanza siderale in gara uno playoff a Scafati. Alla Bertram Derthona nella scorsa stagione Johnson ha confermato il proprio talento: 18.48 punti in regular (48% da 2, 40% da 3) confermati nelle quattro gare playoff (18.75 punti, 50% da 2, 38% da 3). Ma è nella Coppa Italia vinta da Tortona che la guardia newyorkese ha brillato di luce propria erigendosi a dominatore assoluto della manifestazione: 23.3 punti di media nelle tre partite con addirittura il 73% da 2, il 65% da 3.

Kenny Lawson
è stato ub colpo clamoroso per la società che si assicura le prestazioni di un crac assoluto per l’A2 convincendolo con un progetto serio e ambizioso del quale il centro californiano diventa, de facto, leader tecnico. Già protagonista nella serie cadetta a Recanati nel 2015-16 (20.4 punti e 10.6 rimbalzi) e due stagioni fa con la maglia della Virtus Bologna, che trascinò alla promozione in A1 (18.6 punti e 8 rimbalzi), Lawson scende di nuovo in A2 dopo un’esperienza positiva nella massima serie: 7.6 punti per 15 minuti a partita e 3.2 rimbalzi. Ma è in A2 che la classe del califfo americano fa tutta la differenza del mondo: dominatore sotto le plance, Kenny ama allontanarsi da canestro per colpire dalla distanza con una mano educatissima. Un pivot moderno. Un crac, appunto

Jacopo Giachetti
play di età ed esperienza. Nel 2011 passa all’Olimpia Milano dove rimane due stagioni, prima di giocare un anno alla Reyer Venezia, stagione 2013-2014, e due a Torino dove conquista la seconda promozione dall’A2 all’A1 della sua carriera dopo quella con Montecatini. Le ultime due annate le gioca in A2, la prima a Mantova e l’anno passato a Ravenna dove ha chiuso con 11 punti, 3.1 rimbalzi e 3.3 assist in 30.5′ di media tirando con il 43% da due, con il 37% da tre e con il 90% dalla lunetta.

Pierpaolo Marini,
ala piccola di 24 anni prodotto del vivaio di Roseto e in uscita da Jesi dove ha disputato una stagione da protagonista, coronata dalla qualificazione ai play-off e, a livello personale, dalla chiamata della nazionale con cui ha partecipato al raduno organizzato a Roma per preparare le ultime due gare di qualificazione per i Mondiali del 2019, in programma il 28 giugno a Trieste contro la Croazia e il 1° luglio a Groningen contro l’Olanda.

Tommaso Oxilia,
ala forte classe 1998 (Loano, Savona) scuola Virtus Bologna, Oxilia dovrebbe essere un tassello fondamentale nella squadra in via di costruzione. 200 centimetri di altezza e già protagonista nell’estate 2017 della medaglia d’argento conquistata ai Mondiali Under 19 con la Nazionale italiana, il lungo ligure ha brillato nella scorsa stagione con la maglia dell’Assigeco Piacenza: 44% da due e 46% da tre e oltre 4 rimbalzi, medie che si sono alzate ai playout (71, 50 e 5,5) e hanno confermato ciò che da anni si intuiva già: si tratta in uno dei migliori prospetti italiani del campionato cadetto.

Daniel Donzelli,
ala classe 1996 già protagonista nelle Nazionali giovanili Under 16, 18 e 20, rallentato nell’ultima stagione in A1 solo dagli infortuni; Donzelli è la quarta colonna del quintetto titolare della Pallacanestro Forlì

Samuel Dilas
il lungo under scelto dalla Pallacanestro Forlì per la stagione 2018-19. Classe 1999 origine croate, Dilas può giocare sia da 4 che da 5. Dopo l’esperienza alla Pallacanestro Reggiana, nel 2016 Samuel è tornato alla casa madre Novellara (C Silver) dove, nel 2016/17 con il gruppo U18, ha vinto lo scudetto Elite alle Final Four di Udine risultando uno dei migliori giocatori del torneo.

I PRECEDENTI CON  FORLI': 29 GARE DISPUTATE - 12 VINTE - 17 PERSE (CLICCA - VEDI DETTAGLIO)

  FORLI' E "LE PIAZZE STREGATE"

                                          

Bookmark and Share
eXTReMe Tracker
Torna ai contenuti | Torna al menu