Latina-Mens Sana del 31-01-19 - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Vai ai contenuti

Menu principale:

Latina-Mens Sana del 31-01-19

Cronache > Cronache di questa stagione
 
 

Benacquista Assicurazioni Latina - ON Sharing Mens Sana Siena 89-84 (21-17, 32-26, 21-19, 15-22)

COMMENTO
La On Sharing Mens Sana non c'è la fa a passare vittoriosa al PalaBianchini; il solo pensiero di farlo era un azzardo dopo tante sconfitte esterne, anche pesanti, e farlo contro la terza del campionato passata vittoriosa anche a Siena e contro l'attacco più prolifero del campionato. Possibilità di vittoria bassisime. Eppure per quello che ha dimostrato di fare la Mens Sana in campo, per come si stavano mettendo le cose la vittoria ci poteva stare. La serata era da festival di triple, una scelta che predilige la Mens Sana, i biancoverdi ne hanno tirate 36 e Latina 27 ed anche con percentuali alte 42% e 48%; le palle perse per Siena (9 a fine gara), una delle croci, non hanno passato la doppia cifra per la prima volta in stagione, tutto questo facilitati da una difesa avversaria non certo di quelle super da prendersi come esempio. Quindi al di là delle scontate difficili considerazioni di vittoria esterna del pre-gara il campo lasciava più possibilità. Ed allora cosa è mancato? L'alternativa al basket perimetrale, tutto fuori in attacco ed in difesa qualche aiuto in più per sopperire a mancanze fisiche e qualche transizione veloce concessa agli avversari in meno. Non è un problema di organico oggi con l'assenza di Poletti , lo è sempre stato per le caratteristiche dell'organico stesso. Un problema che potrebbe essere ridotto con l'arrivo di un giocatore più centro, più fisico per un gioco anche interno (cosa che nè Poletti nè Pacher hanno mai prediletto).
Anche Latina predilige un gioco perimetrale ma la partita l'ha vinta quando è riuescita a giocare anche internamente.     

La Mens Sana prima ha giocato una partita punto a punto poi ha dovuto rincorrere, come spesso le accade, punteggio ed avversari. Primo quarto sul filo dell'equilibrio con un Ranuzzi ispirato anche dalla lunga per Siena e con Latina che trova il +4 sul finale con Carlson. Nel secondo parziale festival di triple ma alla fine ne esce vincitrice la Benacquista che chiude sul +10 (53-43) grazie alle giocate da sotto di Baldassarre alla ripla di Tavernelli. Per la Mens Sana bene i giovani a partire da Cepic e Radonjic, non portano contributo di punti ne Pacher ne Marino ne Morais. I biancoverdi provano a rispondere nel terzo quarto e rientrano con un Morais finalmente presemte con 7 punti di fila. Il canestro da 3 di Cepic e quello di Radonjic da sotto riportano a un solo possesso di distanza (58-55) prima del nuovo allungo dei pontini per il 74-62 con conclusioni biancoverdi affidate nelle mani sbagliate. Nell'ultima frazione la Benacquista resiste ai tentativi di rimonta portati da Radonjic, Ranuzzi, Cepic e Morais e si aggiudica il match 89-84.


TABELLINI E MIGLIORI

TABELLINO

DATI STATISTICI E MIGLIORI

LATINA: Carlson 19 (4/6, 3/7), Lawrence 17 (3/7, 3/7), Cucci 13 (5/8, 1/2), Tavernelli 10 (0/1, 3/5), Baldassarre 9 (2/4, 1/2),  Fabi 8 (2/4, 1/2), Cassese 7 (2/2, 1/2), Allodi 6 (3/4, 0/0), Jovovic 0 (0/0, 0/0), Cavallo 0 (0/0, 0/0), Ambrosin 0 (0/0, 0/0),  Hajrovic 0 (0/0, 0/0)
SIENA : Ranuzzi 17 (4/5, 3/6), Morais 15 (3/4, 3/5), Cepic 14 (1/1, 4/6), Radonjic 13 (1/2, 3/7), A.j. Pacher 10 (4/7, 0/1), Lupusor 7 (2/4, 1/4), Marino 3 (0/3, 1/3), Prandin 3 (1/3, 0/2), Sanguinetti 2 (1/3, 0/2), Del debbio 0 (0/0, 0/0), Ceccarelli 0 (0/0, 0/0), Gianmarco Ricciardelli 0 (0/0, 0/0)  

% tiro su azione: Latina 56% - Siena 48%
Rimbalzi: Latina 36 - Siena 27
Valutazione: Latina  112 - Siena 78
Mvp (il migliore): M. Carlson  (28 val.)
Wvp (il peggiore):  G. Sanguinetti (-1 val.)
Migliore realizzatore: M. Carlson (19 pts.)
Migliore rimbalzista: P. Baldassarre  (10 rbs.)
Migliore assist-men: P. Baldassarre  (7 ast.)

DATI DEI 2 TEAM A CONFRONTO

TEAM

TIRI DA 2

TIRI DA 3

TIRI LIBERI

RIMBALZI

ASSIST

P/P

P/R

F/F

F/S

VAL.

Latina

58%

48%

53%

7/30=37

22

11

4

12

18

112

Mens Sana B.

53%

42%

71%

6/22=38

14

9

6

18

12

78

GIOCATORI UPS&DOWNS
Prestazioni "UPS": Cepic, Radonjic e Ranuzzi. Prestazioni in campo visibilmente volitive ma anche numericamente importanti, in tre segnano 44 punti.
Alex fornisce alla sua abituale prestazione (dedizione ed esperienza) anche il supporto dei punti: sono 17 quelli fatti, frutto di un 4/5 da2 (80%) e 3/6 da3 (50%) + 3 rbs ed 1 ast per 13 di valutaione.
Per Janko Cepic la migliore prestazione al momento della stagione: nei suoi 16' realizza 14 punti per 12 di valutazione. Tira da 2 con il 100% (1/1) ed il 64% da3 (4/6) + 1rbs. ed 1 ast. Ci piacerebbe vederlo più determinante in difesa.
Todor Radonjic ci meraviglia sempre meno, si ripete di partita in partita in modo convincente se consideriamo l'età.
Oggi gioca la bellezza di 30 minuti, realia 13 punti con 1/2 da2, 3/7 da3 (43%) + 5 rimbalzi.
Giocatori, prestazione "DOWNS" .... con valutaione negativa troviamo solo Giacomo Sanguinetti (-1), in 17 minuti realiza 2 punti con 1/3 da2, 0/2 da3, 1 p.p 1 ast. Prestazioni per noi insoddisfacenti anche quelle di Marino e Pacher ed in parte anche Morais .... da questi occerrerebbe molto di più nell'arco dei 40' data l'importanza che ricoprono nel contesto della squadra.

MOMENTO CHIAVE

Terzo quarto: al 24'47" la Mens Sana era sul 62-59 per passare sul 74-62 al 29'. La Mens Sana si è persa in quei 4'30" in cui ha fatto solo 3 punti, una tripla di Cepic. Tradita dalla sua arma preferita, il tiro da tre: sbagliano dai 6,75 Ranuzzi, che poi perde anche una palla dolorosa (perdonabile vista la partita!) Prandin, Radonjic, Lupusor, Sanguinetti, che successivamente fallisce anche da2. Mentre Latina si affida ad un colo tiro da3 quello realizzato da Cucci. Da sotto o nell'area realiano ancora Cucci Allodi, Carlson ai liberi e poi in penetrazione come Cassese.


CONSIDERAZIONI SINTETICHE NEL DOPO-GARA  
Paolo Moretti, coach Mens Sana:“Giocare a Latina senza avere la forza di imporre il ritmo della partita vuol dire esporsi alla pallacanestro che la squadra di Gramenzi gioca in maniera estremamente buona. Il ritmo che volevamo era punire ma non accettare il corri-e-tira in cui Latina è estremamente efficace. Lo abbiamo fatto solo a tratti, subendo il loro contropiede primario e secondario che è micidiale. La mia squadra ha giocato comunque una partita volitiva e di grande impegno (…). Più dell'attacco credo che la chiave della nostra partita sia stata la gestione del ritmo, che vuol dire attaccare con equilibrio, che vuol dire rientrare e schierare la difesa, che vuol dire tenere meglio gli uno contro uno senza dare grandi vantaggi. Quello che non ha funzionato per me è una parte secondaria dell'analisi".

Bookmark and Share
 
eXTReMe Tracker
Torna ai contenuti | Torna al menu