Mens Sana-Iraklis, l'amichevole finisce in rissa - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Mens Sana-Iraklis, l'amichevole finisce in rissa

Foto-Video > Videoframmenti

Siena, stagione 1996
Fonte : articolo da oksiena.it / di Matteo Tasso

Bookmark and Share

Riflettori sulla rissa scoppiata nel parquet dell’ “Alexandreio Melathron” di Salonicco fra i giocatori della Mens Sana e quelli dell’Iraklis, durante un torneo estivo nel lontano 1993. All’inizio del filmato, si nota la “miccia” che infiamma gli animi: un blocco particolarmente ruvido portato dal giocatore greco Panagiotis Papachronis ai danni di Stefano Vidili, che reagisce con un accenno di gomitata. L’azione prosegue fino a quando lo stesso Papachronis, innervosito dalla pressione della difesa biancoverde (oltre a Vidili, si notanoRiccardo Riccardini e Mauro Sartori), scaglia il pallone sulla testa del play-guardia mensanino dando il là ad una vera e propria scazzottata che coinvolge, fra gli altri, Vario Bagnoli, alzatosi dalla panchina e…andato a segno per due volte, finendo col mettere ko Papachronis. Nelle fila dell’Iraklis si riconoscono il centro statunitense James Donaldson, transitato giovanissimo (e senza successo) da Siena nella pre-season del 1979 prima di compiere un percorso di lunga militanza fra i Pro statunitensi, ed il playmaker sloveno Jure Zdovc, visto a Bologna (sponda Virtus) qualche anno prima e poi c.t. della propria nazionale.

UN PO’ DI STORIA
La sovrimpressione della tv greca riporta la denominazione Ticino Siena, in realtà il marchio che aveva accompagnato la Mens Sana fra il 1989 ed il 1993 non era più sponsor dei colori biancoverdi, che qualche settimana dopo avrebbero siglato un accordo di partnership con il brand forlivese Olitalia. A guidare quella Mens Sana, che militava in serie A2, era stato da poco chiamato Cesare Pancotto, reduce da ottime stagioni a Pistoia, mentre sul parquet brillava (seppur ad intermittenza) la stella di Darren Daye, al cui fianco si muovevano il roccioso centro bianco Bob Thornton, Matteo Anchisi, lo stesso Vidili ed i senatori Maurizio Lasi e Marco Solfrini: dopo una regular season senza particolari sussulti, la Mens Sana esplose nei playout con otto vittorie in dieci partite e si guadagnò la promozione nel massimo campionato.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu