1992: Quel 2 aprile al PalaEur - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

1992: Quel 2 aprile al PalaEur

Storia > Pagine storiche

Roma 2 aprile 1992
Fonte: Archivi Basketsiena.it

Bookmark and Share

Si gioca l'ultima giornata di regular season della stagione '91/'92 di A1. Siena e Trapani sono appaiate al penultimo posto a quota 18 ed una delle due dovrà retrocedere con la già condannata Filanto Forlì a quota 16.  La Ticino Mens Sana, nella gara prima di questa ultima, aveva battuto in casa proprio la Pallacanestro Trapani di 3 punti (84-81) con 5 uomini in doppia cifra (Vidili 15, Solfrini 15, Bucci 16, Lampley 14, Bob Tohrnton 11) e con ben 17 palle recuperate frutto di una intensità ed aggressività di gioco che la dice tutta sul clima di quella penultima importante partita. Però con quel +3 gli scontri diretti restano a vantaggio di Trapani.
Nell'ultima decisiva partita della stagione entrambe hanno due sfide complicattissime; quasi proibitiva quella dei biancoverdi di coach Lombardi in trasferta contro il Messaggero Roma di patron Ferruzzi di Radja, Premier, Niccolai mentre Trapani ospita in casa la forte Scavolini Pesaro dei Walter Magnifico, Gracis, Darren Daye, Ario Costa. La maggior parte degli addetti ritengono però che il risultato della gara nell'isola abbia una secondaria importanza perchè le possibilità di vittoria di quella Mens Sana a Roma erano pochissime, quasi inesistenti. Invece accadde quello che su La Nazione Patrizio Forci definì "il miracolo del PalaEur", la Mens Sana vinse 92-98 fornendo la migliore prestazione di squadra della stagione e con i due totem biancoverdi a fare i marziani: Lemone Lampley 25 punti con 12/15 + 14 rimbalzi e Bob Thornton 26 punti con 10/12.  


La gara di Trapani aveva una discordanza di orario con quello di Roma di pochi minuti (4'25"); tanti, quanto bastarono, per capovolgere un risultato negativo per Trapani che a 2'30" era di -6 (66-72) ed ancora -5 dopo il canestro in sospensione di Magnifico a 1'50". Gelo al palazzetto di Trapani quando arriva la notizia della vittoria della Mens Sana a Roma. In quegli ultimi secondi si capovelge però tutto ed a condannare la Mens Sana furono due suoi ex: Alexis per Trapani mise prma una tripla poi fece 2/2 ai liberi ed infine prese in difesa un rimbalzo decisivo sull'errore al tiro del poi fututo Mens Sana Darrell Daye. Si prosegue con le "scorribande" del play Manella che fa 1/2 ai liberi e scarica nell'angolo, dopo una sua penetrazione, la palla del canestro vincente al livornese Stefano Tosi che fa il canestro più importante della sua carriera. Trapani vince 76-74.

CHE COSA STAVA ACCADENDO NEL FRATTEMPO A ROMA?
La formazione biancoverde era appena uscita tra gli applausi del parquet romano da parte del folto gruppo dei sostenitori mensanini nella capitale a sostenere i suoi nell'ultima battaglia.  Dopo pochi secondi si sparge la voce che a Trapani la Scavolini aveva già vinto la sua partita. Cori di gioia ed entusiasmo sulle tribune, intervista di grande soddisfazione da parte del presidente Giancarlo Rossi, di Maurizio Lasi, di Stefano Vidili. Finalmente la sorte aveva sorriso ai biancoverdi al termine di una stagione sofferta per gli infortuni e per l'assetto di squadra.
Negli spogliatoi della squadra si stava già brindando con il bicchiere in mano e lo spumante: c'era anche il sindaco Piccini a congratularsi con la squadra, con Lombardi, con il general manager Ciccarelli. Nel corridoio all'improvviso appare il volto sbiancato di Stefano Vidili, che con un fil di voce si avvicina all'allenatore e gli dice: "Coach Trapani ha vinto ... ".
Nessuno voleva crederci, sembrava quasi uno scherzo, un pesce di aprile in ritardo (era il 2 aprile). Corsa concitata ai telefoni più vicini, e purtroppo l'accertamento della verità amara. L'incontro di Trapani era proprio terminato a favore dei siciliani per 76-74, con il risultato completamente ribaltato negli ultimi secondo dopo la notizia al PalaGranata della vittoria di Siena a Roma.
La discordanza dei tempi con la partita di Trapani apparve piuttosto sospetta, giustificata da guasti all'impianto elettrico.

[nota]
La Ticino Mens Sana Siena retrocede in A2 mentre Trapani accede ai Playout che giocherà contro Sassari, Fabriano, Pistoia, Verona, Napoli.
Il 10 maggio, al termine dei playout, la Pallacanestro Trapani verrà retrocessa in A2.

Torna ai contenuti | Torna al menu