Bulleri e Gigli oggi con Ferentino ieri .... - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Bulleri e Gigli oggi con Ferentino ieri ....

Siena 2004 - 2007
Fonte: Archivi Basketsiena.it

Bookmark and Share

La partita con Ferentino ci offre l'occasione di rivedere Massimo Bulleri ed Angelo Gigli, rivali Mens Sana da lunga data.
Tante le sfide da ricordare; oggi riproponiamo le seguenti:

MASSIMO BULLERI
in Mens Sana - Benetton Treviso del 25 aprile 2004
Siamo alla 15^giornata del girone di ritorno, la terz'ultima della R.S. e la Mens Sana è a 50 puti in classifica con Benetton Treviso e Skipper Bologna. Importante è arrivare primi per avere il vantaggio nei playoff. Sfida importante e sentita sia in campo che sugli spalti.
Gara bella e giocata con intensità da entrambe le squadre. I trevigiani hanno un roster di livello europeo ma risentono di una panchina un pò corta; mancano ancora gli infortunati Evans ed Ednay. Primo quarto molto equilibrato, con Siena che dopo aver subito un break di 6-0 piazza un controparziale di 8-0 dominando ai rimbalzi.  
All'inizio del secondo periodo la Mens Sana si issa sul +16 con un break di 7-0. Data l'intensità difensiva di Siena, la Benetton è costretta a manovre molto ragionate in attacco, ma appena l'aggressività degli uomini di Recalcati cala i trevigiani ne approfittano per ridurre lo svantaggio e andare al riposo sotto di solo 6 lunghezze (43-37).
La Montepaschi torna sul parquet con qualche problema in fase offensiva e subisce il ritorno della Benetton, trascinata da Bulleri che riporta i suoi fino al -1. Il cecinese viene sistematicamente "beccato" dalla tifoseria senese ancora menore del canestro da3 con il piede sulla riga alle Final Four di Barcellona ... ma l'effetto è contrario. La difesa di Siena tiene: Pittis a 2 pts. Marcelo Nicola e Bargnani a 4 punti ma il "Bullo" non molla, ne fa 12 punti con 2 assist, 2 recuperi e 3 rimbalzi .... è l'ultimo a cedere.
Nell'ultimo quarto Siena innesca una marcia in più: Kakiouzis piazza un break devastante per Treviso con un tiro e due triple e i biancoverdi toccano addirittura il +25, che vorrebbe dire differenza canestri a favore in caso di arrivo a pari punti. Agli uomini di Messina però è rimasto ancora un po' di orgoglio e nel finale mettono a segno un break di 6-0 e la sirena fissa il risultato sull'88-69 e per la Montepaschi è vittoria e primo posto solitario in testa alla classifica .... nonostante Bulleri.

ANGELO GIGLI
in Mens Sana - Benetton del 23 settembre 2007 (Supercoppa)
Questa, nei ricordi di Angelo Gigli, è una di quelle partite da incubo; e non solo per l'ala, a quell'epoca, trevigiana ma anche per Ramagli, attuale coach della Mens Sana ed all'epoca della Benetton Treviso.
La Montepaschi Mens Sana vince la Supercoppa travolgendo 96-50 la Benetton  ...  Treviso quasi doppiata nel punteggio.
Divario enorme e in un certo senso umiliante. Treviso in estate è stata rivoltata da cima a piedi, Siena no. Ha perso Forte, ma ha trovato il lituano Lavrinovic sotto il canestro e il macedone Ilievski. Piccoli accorgimenti con cui ha irrobustito un telaio peraltro già di grande affidabilità.
Dopo un primo quarto equilibrato (16-13), Siena ha preso il largo ed ha cominciato a dilagare, segnando 40 punti nel secondo e terzo parziale e lasciandone a disposizione della Benetton solo 14. Gigli sotto i tabelloni è il solo a provarci, Mensah-Bonsu paga l'inesperienza a questi livelli. Angelo fa 6 punti (il secondo migliore realizzatore dei suoi) nel totale con Bonsu ne faranno 10: i lunghi di Siena, Eze, Lavrinovic, Stonerook, ne fanno 43 di punti. Nel finale Angelo guarda e vive la partita dalla panchina .... per Ramagli non ha senso sacrificarlo in campo.  
I biancoverdi toscani fanno un gioco brillante e quando Siena piazza un break da sogno (o incubo...) di 32-0, concedendo ai trevigiani solo 9 punti in venti minuti, dal 15' al 35'.
Difficile dimenticarsi di partite del genere ...... sia da parte dei vincenti che dei perdenti.

VIDEO: La Supercoppa 2007 con Gigli e coach Ramagli nelle file di Treviso.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu