Ricorso al TAR del Lazio ? - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ricorso al TAR del Lazio ?

News

SIENA 03 aprile 2018
FONTE : Basketsiena.it | Polisportiva Mens Sana | Mens Sana basket 1871

Bookmark and Share


Il Collegio di Garanzia del Coni ha respinto ogni ricorso in merito alla revoca dei titoli della Mens Sana, cinque titoli (Scudetto 2012 e 2013, Coppa Italia 2012 e 2013, Supercoppa 2013) vinti sul campo dalla Mens Sana Basket poi fallita nel luglio 2014.
Pertanto potrebbe terminare qui una vicenda che dura da oltre 650 giorni, dal momento del deferimento, e che è servita ad oggi solo ad "ingrassare tante vacche, già grasse, ed a spolpare ed umiliare il già debole". A questo punto per società e sportivi senesi di fede Mens Sana
resta aperta una sola alternativa: il ricorso al Tar del Lazio.
Alternativa da valutare attentamente visto il responso di oggi del Collegio di Garanzia del Coni maturato in due ore, dalle 12,30 alle 14,30.

NELLA FOTO:  Corte Federale

Abbiamo sottolineato oltre alla società Polisportiva anche quella degli sportivi perchè, cosa non evidenziata da nessuno nell'ambiente locale, è che le spese (importanti nelle cifre) affrontate in questo lungo percorso alla ricerca di una giustizia sportiva, sono affrontate e pagate anche dall' Associazione "Io tifo Mens Sana" (pertanto dai tifosi) dato che figurano nel bilancio della nuova società Mens Sana Basket 1871 di cui l'Associazione dei tifosi fa parte.   

Riportiamo sotto le note di Polisportiva Mens Sana e dell' attuale Società Mens Sana Basket 1871.

NOTA DELLA POLISPORTIVA

Il presidente della Polisportiva Mens Sana 1871 sulla decisione del Coni
Saccone: “Siamo sorpresi, ma la storia non si cancella”

“Esprimiamo viva sorpresa per questa decisione”. Così il presidente della Polisportiva Mens Sana 1871 Antonio Saccone commenta la decisione del Collegio di Garanzia del Coni di respingere il ricorso, presentato dalla società biancoverde, sulla revoca dei titoli conquistati dalla Mens Sana basket negli anni 2012 e 2013, quando la Polisportiva era azionista di maggioranza. “Siamo sorpresi – aggiunge Saccone – perché eravamo fermamente convinti delle tesi che sostenevano il nostro ricorso. Adesso dobbiamo attendere la pubblicazione delle motivazioni. Il concetto che abbiamo ribadito, anche attraverso l’attento lavoro del professor Bruno Tassone, è che i titoli sono stati legittimamente conquistati sul campo. Certo è che una decisione, oltretutto così sorprendente, non può cancellare la storia del basket senese e italiano”.

“Una decisione che ci sorprende – commenta il professor Bruno Tassone, legale della Polisportiva Mens Sana – rispetto al percorso che abbiamo intrapreso e rispetto anche all’evolversi dell’udienza odierna. Per ogni commento, tuttavia, dobbiamo attendere le motivazioni che sono alla base della sentenza”.

NOTA DELLA SOCIETÀ DI BASKET IN RELAZIONE ALLA SENTENZA DEL CONI


Con grande rammarico prendiamo atto dell’esito del procedimento. Al nostro arrivo ci siamo fatti carico di questa delicatissima vicenda che al suo avvio ebbe vari sbandieramenti degli enti e della città, mentre alla fine è rimasta nelle responsabilità della sola nostra Società alla pari con la Polisportiva. Gli scudetti appesi al soffitto del Palazzo rimarranno ove si trovano a stimolo e pungolo per riottenere ciò che ci è stato sottratto. Ringraziamo infine per la competenza e la professionalità mostrate l’avvocato Bruno Tassone che fino all’ultimo si è battuto per un verdetto favorevole in cui credeva e crede ancora. Ci riserviamo pertanto, in attesa delle motivazioni, di procedere all'impugnazione della sentenza convinti di ciò che ci spetta.

 
eXTReMe Tracker
Torna ai contenuti | Torna al menu