Mens Sana-Biella del 18-02-18 - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Vai ai contenuti

Menu principale:

Mens Sana-Biella del 18-02-18

Cronache > Cronache di questa stagione
 
 

SOUNDREEF MENS SANA - EUROTREND BIELLA 90-75  (21-20, 30-22, 19-19, 20-14)  


COMMENTO
PalaEstra stregato per l'Angelico Biella che su 15 gare disputate non è mai riuscita a vincere. Oggi fa ancora peggio rispetto alla passata stagione nella quale si piegò solo all'overtime con i canestri finali di un incontenibile Myers. Oggi è stato Devin Ebanks a tenerla sotto scacco per tutta la gara; il colored mensanino chiuderà con 29 punti a referto tirando con il 69% da2 (9/13) ed il 100% ai liberi (11/11) che gli procureranno un 34 di valutazione. Cosa che non ha Biella dal suo migliore terminale, Jazzmarr Ferguson,  molto presente in campo ma poco lucido nelle conclusioni, solo 5/17 dal campo (29%) per solo 9 di valutazione finale. Molto temuto alla vigilia era anche l'ex Virtus Siena, Amedeo Tessitori, che parte bene ma si spenge e sporca le sue percentuali nel corso della gara dopo un inizio che lo aveva portato in un amen in doppia cifra. Giovanni Vildera vince il confronto ai rimbalzi (10 vs 3) e lo limita a 14 punti (7/14) nelle conclusioni.
Limitare Biella ai rimbalzi, la prima del campionato con una media di 38 rbs., ed essere addirittura migliori (33 vs 32 degli ospiti) è stato una componente del successo biancoverde. La Mens Sana poi sovrasta Biella anche nelle % al tiro (Biella 6/21 da3 29%), la raddoppia negli assist (21 vs 11) per una valutazione finale di squadra che dice tutto (Siena 112 -  Biella 62); dice soprattutto che la squadra piemontese oggi non era proprio un una giornata ok .... brava la Mens Sana ad approfittarne.
Biella è rimasta inizialmente in scia grazie a Tessitori (10 punti all'intervallo) ed all'altro ex Sgobba, tanti anni nelle giovanili Mens Sana, con 3/3 da2 e 2/3 da3 (12 pts.).
La Mens Sana si adegua prima al ritmo non elevato imposto dagli ospiti (benzina non bruciata) e poi quando la gara si fa più intensa e dura gioca con carattere, fisicità, concentrazione, con buona organizzazione nelle due fasi, trovando, oltre ai già citati Ebanks e Vildera, il contributo di tutti gli altri, in particolare Sandri e Kyzlink (12 punti ciascuno) e Saccaggi (11 punti).
Squadra e pubblico scacciano anche la paura, quella dell'ultimo quarto, delle battute finali, nelle quali la squadra arrivava stanca, confusa ed appunto impaurita. Abbiamo percepito questo quando Kyzlink nette la tripla nel momento in cui gli avversari erano tornati solo a -7, e quando Ebanks, al termine di un bel recupero e transizione rapida chiude con una schiacciata a due mani. Il Palazzo si fa sentire .... la paura è stata prepotentemente schiacciata.

SINTISI   (clicca per aprire)



TABELLINI E MIGLIORI

TABELLINO

DATI STATISTICI E MIGLIORI

SIENA: Ebanks 29 (9/13, 0/2), Kyzlink 12 (1/6, 2/4), Sandri 12 (2/3, 2/3), Saccaggi 11 (4/5, 0/4), Vildera 9 (4/7, 0/0), Casella 9 (2/2, 1/3), Borsato 5 (1/1, 1/1), Simonovic 3 (1/1, 0/0), Lestini 0 (0/0, 0/0), Costi 0 (0/0, 0/0), Ceccarelli 0 (0/0, 0/0), Lurini 0 (0/0, 0/0)
BIELLA: Ferguson 18 (3/7, 2/10), Tessitori 14 (7/11, 0/3), Sgobba 12 (3/3, 2/3), Wheatle 10 (2/3, 1/1), Uglietti 9 (3/8, 1/1), Bowers 8 (3/11, 0/2), Chiarastella 4 (2/4, 0/0), Rattalino 0 (0/0, 0/0), Pllone 0 (0/0, 0/1), Ambrosetti 0 (0/0, 0/0)

% tiro su azione: Biella 43% - Siena 55%
Rimbalzi: Biella 32 - Siena 33
Valutazione: Biella 62 - Siena 112
Mvp (il migliore): Ebanks (34 val.)
Wvp (il peggiore):  Pollone (-1 val.)
Migliore realizzatore: Ebanks (29 pts.)
Migliore rimbalzista: Vildera (10 rbs.)
Migliore assist-men: Saccaggi-Sandri (5 ast.)

DATI DEI 2 TEIM A CONFRONTO

TEAM

TIRI DA 2

TIRI DA 3

TIRI LIBERI

RIMBALZI

ASSIST

P/P

P/R

F/F

F/S

VAL.

Pall. Biella

49%

29%

73%

12/20=32

11

10

4

25

18

62

Mens Sana Siena

63%

35%

86%

5/28=33

21

10

4

19

23

112

GIOCATORI IN-OUT

Ebanks disputa ancora una volta una grande partita farcita anche da numeri di grande classe, chude con 9/15 dal campo (60%) e 11/11ai liberi, dato OER 1,25. Gioca con coninuità e dopo un avvio un pò soft (anche un errore al tiro da 2 mt. libero) trova i primi 2 punti a 2'30" e chude col l'ultimo della gara. Devin (il "Divino") Ebanks ha continuità in gara ma anche in campionato; ricordiamo i 27 punti a Roma, i 26 con Scafati, i 22 con Napoli ed Agrigento .... che si vinca o si perda lui c'è sempre. Oggi in gara ha avuto qualche problema fisico (al gomito), qualche botta che ha lasciato il segno, ma ce ne siamo accorti solo nei time-out non certo in gara; il suo impegno è esemplare come la sua classe. Oggi fa anche 11/11 ai liberi, diciassettesima migliore prestazione di sempre ai liberi in casa Mens Sana, scavalca Limone Lampley che il 25/03/2007 fece 11/12. Di falli in gara ne subisce sempre molti, gli avversari raddoppiano, triplicano si di lui e di mani addosso ne ha sempre molte (eccetto a Roma dove non gli fu fischiato nemmeno 1 fallo a favore). Il confronto Ferguson-Ebanks , i due migliori realizzatori del campionato, viene vinto nettamente dal mensanino e non solo nei numero.         


Nella partita di oggi "giocatore in" da indicare è stato anche Giovanni Vildera: 31 minuti giocati con intenstà e con la dovuta fisicità sotto le plance nel contenere Tessitori; ha tirato con il 57% e catturato 10 rimbalzi di cui 3 offensivi (il suo marchio di fabbrica); finisce la gara con crampi ma anche e soprattutto con un plus/minus sq. di +21 come quello di Kyzlink.
Ma nella Mens Sana hanno giocato tutti al meglio basti ricordare che Stefano Borsato, forse apparentemente uno dei meno appariscenti in campo (15'), chiuderà con 1/1 da2, 1/1 da3, 1 rimb, 3 assist ... "sbavature" nessuna, proprio niente male!

 

MOMENTO CHIAVE
Nella seconda metà del secondo quarto la Mens Sana si è costruita un vantaggio importante (+9) realizzando in quel quarto 30 punti. Vantaggio propiziato da 7 punti in fila di Sandri, dopo che ad aprirlo erano stati Saccaggi e Vildera.
Ma a seguito anche delle problematiche che hanno attanagliato la squadra nelle gare precedenti, nel terzo periodo, dopo aver toccato anche il +14 (63-49) la Mens Sana si vede dimezzare il vantaggio (70-63). Il momento chiave è stato forse questo: la squadra reagisce, trova la tripla di Kizlink ed un difficile canestro di Ebanks; acquista fiducia, mentre gli avversari la perdono con conclusioni forzate.


CONSIDERAZIONI SINTETICHE NEL DOPO-GARA
 
Coach Matteo Mecacci: "Complimenti alla squadra che è la stessa che prima ha vinto due sfida di fila perdendone poi tre e che si rialza dopo tre cazzotti di fila. Buona gara, di energia, contro Biella che è prima per rimbalzi offensivi, la squadra ha nel dna una mentalità che parte da dietro. Abbiamo attaccato Biella per 40′ nei suoi punti deboli senza abusare del tiro pesante, prestazione maturità dei ragazzi che hanno reagito da gruppo vero. Prossime due trasferte saranno fondamentali per la classifica, oggi contava vincere e l’abbiamo fatto con una buona pallacanestro e questo ci fa vedere che siamo vivi”

Bookmark and Share
 
eXTReMe Tracker
Torna ai contenuti | Torna al menu