Mens Sana-Reggio Calabria del 25-03-18 - Basketsiena.it - Il portale del basket mensanino e senese

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Mens Sana-Reggio Calabria del 25-03-18

Cronache > Cronache di questa stagione
 
 

SOUDREEF MENS SANA - METEXTRA REGGIO CALABRIA  77-83 (20-26, 17-17, 18-23, 22-17)


COMMENTO
Sapevamo che Mens Sana - Viola sarebbe stata una partita difficile; non pensavamo che a renderla facile, per gli ospiti, sarebbe stata proprio la Mens Sana.
Reggio Calabria doveva dimenticare la brutta sconfitta interna contro Latina e lo ha fatto; la Mens Sana doveva resettare dopo la bella vittoria interna contro Treviglio, perchè tutto ancora da conquistare, e non lo ha fatto.
Reggio applica sul parquet il suo piano partita e lo porta a termine con successo mentre quello della Mens Sana resta enigmatico. I biancoverdi dovevano affrontare una squadra forte in difesa, una delle migliori del campionato, ma anche una squadra non trascendetale in attacco, una delle peggiori che in trasferta produce mediamente 73 punti; ne hanno fatti una decina in più quando sarebbe stato utile farli fare qualcuno in meno rispetto alla media. A determinare questo sono state le amnesie difensive dei senesi che permettono agli ospiti facili canestri e seconde palle. In fase offensiva contro una buona difesa i biancoverdi hanno cercato dispendiose (come energia) penetrazioni sempre difficoltose non avendo in serata soluzioni alternative dalla lunga (4/26 da3 - 15%). Brava Reggio Calabria che fa valere il suo tonnellaggio superiore e la sua dinamicità che li ha visti prevale anche nei confronti 1vs1. Abbiamo visto anche un pò di zona da entrambe: ben preparata quella ospite, troppo elementare per la sua staticità quella senese.        

In casa Mens Sana due le illusioni: quella iniziale (9-2) in cui tutto sembrava quasi facile e quella di inizio terzo quarto in cui era riuscita a ridurre lo svantaggio ad un solo canestro, -2 (44-46). Comunque la Viola ha sempre dimostrato di avere la gara in mano con più soluzioni ed uomini, 7 in doppia cifra mentre la Mens Sana si affida ai soli Ebanks e Kyzlink con il solo Vildera a fare da leone (14 pts. + 12 rbs.) fra gli italiani; Siena ha 11 punti dalla panchina, Reggio 21.
La partita Reggio Calabria la chiude prepotentemente con un bel alley oop dell'ex Roberts (il suo marchio di fabbrica) la fotografia di una superiorità netta più di quanto non dica il risultato finale.
La classifica si complica per la Soundreef Mens Sana; evitiamo fare ipotetici conti .... c'è solo da vincere e per farlo in campo bisogna metterci più energia, lucidità e concentrazione.  


TABELLINI E MIGLIORI

TABELLINO

DATI STATISTICI E MIGLIORI

SIENA: Ebanks 25 (10/15, 1/3), Kyzlink 15 (6/8, 1/8), Vildera 14 (5/7, 0/0), Sandri 7 (3/5, 0/3), Simonovic 6 (2/3, 0/0), Saccaggi 5 (1/3, 1/4), Borsato 3 (0/0, 1/4), Lestini 2 (1/1, 0/2),  Casella 0 (0/0, 0/2), Cepic 0 (0/0, 0/0), Costi 0 (0/0, 0/0), Lurini 0 (0/0, 0/0)
REGGIO CALABRIA: Baldassarre 15 (3/4, 3/4), Caroti 14 (3/4, 1/3), Roberts 13 (1/5, 3/5), Agustin Fabi 11 (1/4, 2/5), Pacher 10 (5/9, 0/2), Rossato 10 (3/8, 1/3), Benvenuti 10 (3/4, 0/0),  Agbogan 0 (0/0, 0/1), Carnovali 0 (0/0, 0/0), Taflaj 0 (0/0, 0/0)

% tiro su azione: R.Calabria 48%-Siena 47%
Rimbalzi: R.Calabria 31 - Siena 41
Valutazione: R.Calabria 83 - Siena 77
Mvp (il migliore): Ebanks (28 val.)
Wvp (il peggiore):  Casella (-4 val.)
Migliore realizzatore: Ebanks (25 pts.)
Migliore rimbalzista: Vildera (12 rbs.)
Migliore assist-men: Kizlink  (5 ast.)

DATI DEI 2 TEAM A CONFRONTO

TEAM

TIRI DA 2

TIRI DA 3

TIRI LIBERI

RIMBALZI

ASSIST

P/P

P/R

F/F

F/S

VAL.

Viola R. Calabria

50%

43%

83%

8/23=31

19

11

7

17

19

83

Mens Sana Siena

67%

15%

75%

15/26=41

14

15

6

19

17

77

GIOCATORI IN-OUT
I dati mettono in evidenza la partita tutta sostanza di Giovanni Vildera. I 4 falli fatti condizionano il suo minutaggio a 25 minuti; minuti che producono 14 punti con 5/7 da2 (71,4%) 4/4 ai liberi (100%) + 12 rimbalzi di cui ben 7 ofensivi, 1 assist, 1 palla recuperata per un eccellente 24 di valutazione. Per noi il giocatore più "in" in casa Mens Sana.
Con quattro punti di valutazione in più rispetto a Giovanni troviamo ancora una volta Ebanks: 25 punti, 4 rimbalzi, 1 assist, 2 recuperi con 7 falli subito per 25 di valutazione . Tira con il 66% da2 (10/15), il 33% da 3 (1/3) ed il 66% ai liberi (2/3). Sufficente Tomas Kyzlink (16 di val.); ce la mette tutta, cerca il ferro dato il suo scarzo 1/8 da3. Gli produce un ottimo 6/8 da2 con penetrazioni non facili in un pitturato intasato ma ..... tolti questi pultroppo tante note negative, soprattutto in cabina di regia dove Lorenzo Caroti, che tanto piaceva a Siena ed a noi un paio di stagioni fa, ha dettato legge sovrastando nettamente sia Saccaggi che Borsato in giornata "out".


MOMENTO CHIAVE

Il momento chiave della partita è stato nel terzo quarto quando in 5', dal 23' al 28', Reggio Calabria produce un break di 10 punti determinanti.
Al 23'19" Tomas Kyzlink realizza dall'aria su assist di Vildera per il -2 della speranza biancoverde (44-46); subito dopo però lo stesso Kyzlink sbaglia da3 imitato nell'azione successiva da Saccaggi (sempre da3). Ebanks ci mette del suo e perde palla. Danno ossigeno e speranza la tripla di Borsato ed il canestro di Simonovic. Ma a 2 palle perse di Simonovic con un suo tiro sbagliato dall'aria Reggio replica e sentenzia: Parker schiaccia, Rossato realizza su assist di Parker; l'americano ne mette altri 2 e Benvenuti chiude col rimbalzo + canestro del + 12.
Siamo al 28' 50". La Mens Sana non riuscirà più a recuperare.


CONSIDERAZIONI SINTETICHE NEL DOPO-GARA
 
Coach Matteo Mecacci “Brutta partita, giocata male, interpretata male e giocata peggio , ci prendiamo tutti i demeriti del caso, dispiace,  e mi prendo la responsabilità, dispiace per la squadra, deve essere compreso anche che era una partita difficile. Vanno fatti tanti complimenti a Reggio, ma non accetto abbia messo più energia di noi: ci abbiamo provato rientrando anche a -2 ma l’inerzia è sempre stata loro, preparati, chirurgici, più di noi. Noi sempre in ritardo, poco reattivi, un giro indietro, troppe forzature da 3, palla ferma. Dove abbiamo lavorato bene è nel post basso, per il resto poco da dire, tanti errori banali, specie quando Reggio ha svoltato nel terzo quarto, siamo andati fuori giri. Sono venuti qua a giocare con autorità giocando in modo molto piacevole. Era tanto non ci mettevano sotto così, l’abbiamo persa dopo 25′. Le prossime gare: Vincere tutte quelle che restano, dobbiamo riflettere e ripartire subito pensando a cosa è mancato oggi”.

Bookmark and Share
 
eXTReMe Tracker
Torna ai contenuti | Torna al menu